Pozzuoli, chiusa discoteca per 8 giorni: furti, risse e coltelli durante le serate

Discoteca chiusa per 8 giorni a Pozzuoli [Foto d'archivio]
Discoteca chiusa per 8 giorni a Pozzuoli [Foto d'archivio]

Dopo la proposta del commissariato di Pozzuoli, il questore di Napoli ha disposto la sospensione di otto giorni di una discoteca a Pozzuoli. A riportare la notizia è Il Mattino. Tra marzo 2019 e febbraio 2020, infatti, si sono registrati diversi furti nella struttura , oltre a delle liti che hanno coinvolto gli stessi clienti ed uno degli addetti alla vigilanza.

Durante lo scorso dicembre, durante una festa organizzata da studenti, sono state somministrate anche bevande alcoliche a quattro minorenni. A questi ultimi non è stato chiesto il documento d’identità nonostante fosse evidente la loro minore età. Le conseguenze furono chiare, con 2 di loro colti da malore e trasportati in ospedale. Scoperta anche una persona con una lama lunga 10 centimetri nella stessa serata.

Rissa fuori la discoteca di Gallipoli, 22enne napoletano finisce in ospedale [Articolo del 17 luglio]

La polizia ha denunciato alcuni giovani dopo una violenta rissa scoppiata all’esterno di una nota discoteca a Gallipoli. Sotto accusa S.F. 22 anni di Gallipoli, G. M. 20 anni di Taviano, C. M. 20 anni di Taviano, F. M. classe 17 anni di Gallipoli, S. R. 23 anni di Surbo, B. S. 23 anni di Napoli e A.S. G. 23 anni di Napoli.

La mattina del 20 giugno gli agenti del commissariato di Gallipoli furono avvisati del ricovero di un 22enne napoletano, infatti, nelle ore precedenti aveva partecipato ad un rissa. Inizialmente gli investigatori hanno visionato le immagini dal sistema di videosorveglianza installato all’esterno del locale. Quindi gli investigatori sono riusciti a risalire all’identità di tutti i giovani, ritenuti responsabili del reato di rissa aggravata.

LA RICOSTRUZIONE DELLA RISSA FUORI LA DISCOTECA

Il 20 giugno si affrontarono, quindi, due gruppi di giovani: uno composto da 5 napoletani e l’altro formato da 5 originari di Gallipoli e dei comuni limitrofi. Purtroppo furono due i momenti di scontro tra le comitive: la prima rissa avvenne all’uscita della discoteca mentre la seconda si verificò nei pressi della zona dei lidi balneari.

Sul posto la polizia scientifica del Commissariato ritrovò una pozza di sangue, riconducibile al pestaggio che alcuni giovani del posto avrebbero compiuto ai danni del 22enne napoletano. La rissa sarebbe scoppiata per futili motivi, purtroppo il ragazzo venne  ricoverato in prognosi riservata all’ospedale pugliese. In seguito si sottopose ad un intervento chirurgico maxillo-facciale all’ospedale Cardarelli di Napoli. Sono in corso indagini per risalire all’autore delle lesioni gravi riportate dal giovane.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK