8.5 C
Napoli
lunedì, Gennaio 17, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Fatture false per 1,4 milioni di euro, maxi sequestro della Finanza nel Casertano


I contabili dell’azienda avevano trovato il modo per evadere le tasse. Un metodo che ha funzionato, eccome: fatture false emesse ad un’azienda fittizia. Gli uomini della Guardia di Finanza di Santa Maria Capua Vetere hanno accertato che, tra il 2012 e il 2014, la COPAS srl ha evaso le imposte fiscali per un totale di circa 1,4 milioni di euro. Non spiccioli, insomma. Un danno allo Stato che ha permesso all’azienda con sede nel Comune di Grazzanise (Caserta) di certificare guadagni enormi. Un danno che lo Stato ha deciso di far pagare all’azienda casertana, con gli interessi. Questa mattina gli agenti della Finanza hanno sequestrato beni riconducibili all’azienda per un valore di circa 700 mila euro. Un colpo durissimo, senza dubbio.

Il sistema per evadere le tasse era tanto semplice quanto fallace. La COPAS srl si rivolgeva ad un’azienda fittizia con sede a San Nicola la Strada. Con le fatture false emesse dalla COPAS, l’azienda di San Nicola avrebbe dovuto fornire servizi e personale, oltre a macchinari. Cose che l’azienda non era e non è in grado di offrire alla COPAS srl. Gli agenti della Guardia di Finanza hanno ricostruito il sistema seguendo il flusso di denaro, incrociandolo con quanto indicato sui documenti scambiati tra la COPAS srl e l’azienda fittizia. Le incongruenze sono risultate molteplici ed esplicative. Da lì, l’accusa e il sequestro. E il sipario.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Ucciso di botte dal patrigno, ipotesi riesumazione per il piccolo Giuseppe

Potrebbe essere riesumata e sottoposta ad altri esami la salma del piccolo Giuseppe Dorice. Il bimbo di sette anni...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria