Ancora ‘omofobia’ al Grande Fratello Vip, chiesta l’espulsione di un’altra concorrente

Sta diventando pesante l’aria che si respira al Grande Fratello Vip. Dopo l’espulsione di Salvo Veneziano, un’altra concorrente è finita al centro delle polemiche ed è finita nel mirino dei telespettatori. Si tratta di Fernanda Lessa, accusata di omofobia. A fare la proposta è l’avvocatessa Annamaria Bernardini De Pace ed il manager Nando Moscariello.

Il concorrente Salvo Veneziano è stato espulso dal GF Vip perché con la violenza delle parole ha aggredito una donna. E non è anche violenza delle parole, definire una donna , anziché col suo nome, col suo orientamento sessuale? Chiamare Licia Nunez “la lesbica” è indice di omofobia. Fernanda Lessa merita l’espulsione, perché ha così discriminato una concorrente, solo perché l’aveva nominata. L’omofobia colpisce non solo gli omosessuali dichiarati, ma soprattutto quelli che vivono nel dolore e nella paura di raccontarsi, proprio per sfuggire al dileggio degli ignoranti omofobi. I responsabili del gf devono intervenire immediatamente per non diventare complici. Aspettiamo con fiducia”.

Proprio al termine della terza puntata, infatti, la concorrente ha usato più volte l’appellativo “la lesbica” per parlare di Licia Nunez.