Debora travolta e uccisa fuori la discoteca a s. Antimo, condannato per omicidio stradale giovane di Giugliano

Si è conclusa con una condanna a 3 anni e 4 mesi la prima tappa del processo a carico di Giovanni Vitiello, giovane di Giugliano accusato dell’omicidio stradale di Debora Menale ed omissione di soccorso. Era il marzo del 2017 quando la ragazza fu travolta e uccisa.  all’esterno di un noto locale di Sant’Antimo. Vitiello si costituì alla stazione dei carabinieri di Villaricca qualche ora dopo. La difesa, rappresenta dall’avvocato Rocco Ciccarelli, ha evitato il rito abbreviato e ha preferito affrontare il dibattimento.
La Procura di Napoli Nord ha chiesto 6 anni di reclusione, mentre l’imputato è stato condannato a 3 anni e 4 mesi. Il giudice monocratico del tribunale di Napoli Nord, Marco Giordano, ha riconosciuto le attenuanti ad effetto speciale dell’imputato e ha disposto una pena alternativa qualora la sentenza dovesse essere confermato in Appello.