28.1 C
Napoli
venerdì, Agosto 19, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Frosinone, tabaccaio trova ladro in casa e lo uccide: “Ho sparato per legittima difesa”


Un uomo è stato ucciso con un colpo di fucile a Santopadre, in provincia di Frosinone. Si tratta di un tentativo di furto finito in tragedia. La vittima, un 39enne di origine rumena, si è introdotto insieme ad alcuni complici a casa del titolare di una tabaccheria che già in passato aveva subito rapine. L’uomo ha impugnato il fucile e sparato, uccidendo il ladro. Gli altri tre malviventi sono riusciti a darsi alla fuga. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e la polizia, oltre al personale del 118 che non ha potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo.

Il magistrato che coordina le indagini ha interrogato il tabaccaio, che avrebbe sostenuto di aver agito per legittima difesa. Il bandito ucciso, secondo le indiscrezioni trapelate, era armato di pistola. I ladri si erano introdotti nella villetta credendo che non ci fosse nessuno. I rumori provenienti dal piano superiore hanno allertato il tabaccaio. Nella fuga il 39enne è stato colpito. Sulla vicenda sono in corso indagini dei carabinieri.

Frosinone, tabaccaio trova ladro in casa e lo uccide: “Ho sparato per legittima difesa”

“Mi sono soltanto difeso. Stavo tornando dal lavoro nella mia villetta con mio figlio e quando sono entrato in casa ho sentito dei rumori. Ho capito che c’era qualcuno al piano superiore e allora ho preso il fucile perché mi sono spaventato. Sono uscito di casa e mentre facevo il giro della villetta un uomo mi si è parato davanti. Impugnava una pistola, me l’ha puntata contro e a quel punto ho sparato. Queste le parole di Sandro Fiorelli, il tabaccaio di Santopadre, in provincia di Frosinone.

Secondo quanto riferisce il Corriere della Sera, durante l’interrogatorio nella caserma dei carabinieri ha ricostruito quanto accaduto spiegando che il ladro non era solo “ma quando ha capito che in casa era entrato qualcuno, è uscito dalla porta finestra del piano superiore che consente di uscire, ed evidentemente voleva scappare, ma quando mi ha visto stava per fare fuoco e invece io ho sparato per difendermi”.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Alberto Raucci
Alberto Raucci
Alberto Raucci, 27 anni. Dal 2018 collaboro con InterNapoli.it, diventando giornalista pubblicista (e conseguendo quindi il tesserino) nel 2020. Nel corso degli anni ho avuto modo di scrivere anche per AbbìAbbè, giornale online e mensile in carta stampata. Abile nella produzione e nel montaggio video.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Il mare di Napoli invaso da topi e liquami, giorno ‘nero’ per i bagnanti

Chiazze di liquami fognari e topi morti sono spuntati nel mare di Nisida determinando un terribile spettacolo per gli...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria