Agguato contro Gaetano, cade l’accusa di tentato omicidio per i 3 ragazzi

Gaetano Barbato Ferraiuolo
Il giovane Gaetano

Gaetano Barbuto Ferraiuolo si trova in un istituto di riabilitazione dopo l’agguato subito lo scorso 20 settembre a Sant’Antimo. Intanto prosegue la vicenda processuale, il gip ha derubricato le accuse da tentato omicidio a lesioni personali nei confronti del 26enne Antonio Sgamato, del 19enne Raffaele Chiacchio e del 28enne Antimo Belardo. Durante l’interrogatorio gli aggressori hanno respinto le accuse del gip, ma il magistrato ha confermato i 3 fermi. Quindi i tre giovani resteranno in carcere.

L’ARRESTO DEGLI AGGRESSORI DI GAETANO

Dai primi accertamenti effettuati sembrerebbe che alla base dell’aggressione ci siano questioni personali relative ad una ragazza. A seguito delle lesioni riportate Gaetano ha purtroppo subito l’amputazione di entrambi gli arti inferiori. L’aggressione avvenne la notte del 20 settembre al corso Europa. Tutto iniziò con una colluttazione, poi venne colpito ripetutamente alla testa con il calcio di una pistola. Alla fine furono esplosi 7 colpi di pistola che ferirono il 21enne alle gambe e alla zona inguinale.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK