Quantcast
5.9 C
Napoli
domenica, Febbraio 5, 2023
Pubblicità

Giugliano, raddoppiati i casi di Covid dall’ultimo bollettino. Confermata la zona rossa rafforzata, l’opposizione: “C’è caos”

Pubblicità

Da 436 a 809. Nonostante le restrizioni e la zona rossa rafforzata entrata in vigore dal 10 marzo, a Giugliano sono raddoppiati i casi rispetto all’ultimo bollettino diffuso dall’Amministrazione. Per questo il primo cittadino Nicola Pirozzi ha annunciato la proroga delle restrizioni attualmente in vigore.

“La situazione covid a Giugliano è quella che leggete, ci sono 809 casi di covid attualmente positivi. Alla luce di questo dato ritengo necessario confermare fino a domenica 28 le misure di zona rossa rafforzata precedentemente maturate. Il dato è in linea con la crescita cui assistiamo in tutta la Campania e in Italia”, ha dichiarato il sindaco Nicola Pirozzi.  “Ovviamente io rinnovo sempre lo stesso invito alla prudenza e al rispetto delle regole: mascherina, lavaggio frequente delle mani, distanziamento sociale. Le regole che hanno tenuto fino ad ora tante persone al sicuro dal contagio;
Il piano vaccinale del governo prosegue, nonostante i ritardi e i problemi. L’attesa che i numeri dei vaccinati inizino a decollare è tanta, perché comprendo davvero i sacrifici di tutti voi. La fine dell’incubo non è lontana, ma ci attendono ancora sacrifici prima di liberarcene per sempre. Conto sulla vostra collaborazione, fatelo per voi stessi e per le persone che amate”. 

Pubblicità

Le critiche dell’opposizione

In un comunicato stampa i consiglieri Conte, Iovinella, Porcelli, Poziello e Sequino hanno aspramente criticato l’operato dell’Amminiastrazione: “Giugliano ha fatto parlare i tg nazionali. E non per questioni di merito . Il sindaco “di tutti” si è trasformato nel “sindaco di tutto”, anche del caos, l’ennesimo, della campagna vaccinale. Era inevitabile. Per manifesta incapacità di amministrare e, quindi, di programmare. Non ascolta nessuno.
Non previene, ma insegue e si muove sempre in maniera “postuma”. *Con il Covid, questa modalità di azione è fatale*. Non si può aspettare.
Le decisioni devono essere rapide e dall’effetto immediato. Noi gli abbiamo offerto il nostro aiuto. Ma come sempre prendiamo atto di parole senza reale seguito, soltanto per propaganda e consensi.
Oggi non abbiamo bisogno di “facciate di convenienza” e di promesse future.
Oggi dobbiamo affrontare una terribile emergenza e agire, nel suo complesso, con tutte le forze e risorse che abbiamo a disposizione.
In questa emergenza, il COC?
Ci preoccupano le affermazioni del dott. Carlea, componente del COC “Sanità” Referente ASL, che denuncia la mancanza di strumenti per essere operativi.
Resta fermo solo nelle premesse del *DECRETO SINDACALE N. 24 DEL 03/11/2020* il
“…si rende necessario garantire le funzioni di supporto necessarie a fronteggiare la situazione emergenziale, predisporre una pianificazione speditiva delle azioni di assistenza alla popolazione e garantire la corretta informazione alla popolazione sulla situazione in atto…” con il quale si dispone la piena operatività del Centro Operativo Comunale?”. 
Pubblicità

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Antonio Mangione
Antonio Mangionehttp://www.internapoli.it
Giornalista pubblicita iscritto dalll'ottobre 2010 all'albo dei Pubblicisti, ho iniziato questo lavoro nel 2008 scrivendo con testate locali come AbbiAbbè e InterNapoli.it. Poi sono stato corrispondente e redattore per 4 anni per il quotidiano Cronache di Napoli dove mi sono occupato di cronaca, attualità e politica fino al 2014. Poi ho collaborato con testate sportive come PerSempreNapoli.it e diverse testate televisive. Dal 2014 sono caporedattore della testata giornalistica InterNapoli.it e collaboro con il quotidiamo Il Roma
Pubblicità

Ultime Notizie

Disarmato e con i santini in tasca, il killer della ‘ndrangheta aspettava il taxi

Massimiliano Sestito non era armato, era da solo davanti alla stazione della Circumvesuviana e aspettava un taxi. Aveva il...

Nella stessa categoria