di maio coprifuoco 16 maggio
Foto di archivio

Luigi di Maio è intervenuto nella trasmissione televisiva L’aria che tira su La7. Il ministro degli Esteri ha risposto alle domanda sul coprifuoco: “Tutti vogliamo uscire da questo, superare il coprifuoco per non rientraci poco dopo, non è che dirlo ogni giorno serva a cambiarlo, ci stiamo lavorando e il  16 maggio credo che sia una data auspicabile per superare il coprifuoco, ma non è un liberi tutti, ci siamo passati troppe volte“. Aggiunge poi l’esponente Di Maio: “Mi stanno chiamando i ministri di Paesi europei e non per fare accordi bilaterali ma per far venire turisti stranieri in Itala in estate“.

Allungamento dell’orario del coprifuoco, le conferme del Governo

Intanto nell’Esecutivo prosegue il dibattito sull’allungamento dell’orario del coprifuoco. Restrizione al momento prevista per le ore 22 secondo l’ultimo decreto. A fine aprile il ministro Maria Stella Gelmini diede un’importante anticipazione in collegamento via web al Festival del Lavoro: “Siamo pronti gradualmente ad alzare il coprifuoco alle 23. Fino a toglierlo del tutto. E’ chiaro che questo dipenderà non tanto e non solo dalla politica ma dai comportamenti di ciascuno di noi”.

“Al momento il coprifuoco è stato fissato alle ore 22″, aggiunse la titolare del dicastero degli Affari Regionali”.  “l decreto contiene un meccanismo secondo il quale ogni 15 giorni c’è un’analisi sull’andamento dei contagi. Anche sull’andamento delle vaccinazioni”, concluse l’esponente di Forza Italia.

IL DIBATTITO SUL COPRIFUOCO E L’ACCORDO IN MAGGIORANZA

L’orario del coprifuoco resta il tema politico più caldo dalla politica italiana. C’è il testo della riformulazione di un ordine del giorno sulle aperture, condivisa dalla maggioranza alla Camera. “Impegna il governo a valutare nel mese di maggio, sulla base dell’andamento del quadro epidemiologico oltre che dell’avanzamento della campagna vaccinale, l’aggiornamento delle decisioni prese” con l’ultimo decreto legge Covid sulle aperture, “anche rivedendo i limiti temporali di lavoro e spostamento”.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.