Infila 850 euro nella tasca del finanziere, arrestato imprenditore del ‘pezzotto’. Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha arrestato, nel quartiere La Maddalena, un 48enne cinese. Accusato di un tentativo di corruzione operato nei confronti dei finanzieri che stavano procedendo al sequestro nei suoi confronti di capi di abbigliamento contraffatti. Le Fiamme Gialle hanno prima riscontrato che all’interno del locale erano presenti scarpe con marchi contraffatti. Successivamente hanno perquisito i locali commerciali e scoperto anche il vero e proprio laboratorio del falso, utilizzato per la produzione illecita delle scarpe.

“ANDATE A PRENDERVI UN CAFFE'”, TENTA DI CORROMPERE IL FINANZIERE

Durante le operazioni di controllo il titolare del negozio, nel tentativo di corrompere i finanzieri, ha infilato 850 euro in contanti nella tasca della giacca di uno dei due esclamando: “Prendi questi soldi e non sequestrare niente, andate via e prendetevi un caffè”. Le Fiamme Gialle partenopee arrestavano, quindi, per istigazione alla corruzione l’imprenditore, denunciato anche per contraffazione e ricettazione. Sequestrate di oltre 140.000 tra etichette e scarpe sprovviste di qualsiasi certificato di conformità.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.