Incidenti mortali tra Napoli e Caserta: sette giovani vite spezzate in pochi giorni

incidente mortali

Incidenti mortali tra Napoli e Caserta: sette giovani vite spezzate in pochi giorni. Una lunga scia di sangue e morte ha caratterizzato tristemente le ultime due settimane tra la provincia di Napoli e Caserta. Tanti giovani hanno perso la vita sull’asfalto negli ultimi giorni. Nemmeno il tempo di asciugare le lacrime, incidenti dal destino drammatico che non hanno lasciato scampo alle giovani vittime. L’ultimo nella tarda serata di ieri, lunedì 27 luglio, a Napoli. Erano da poco passate le 22, quando due moto si sono scontrate in via Terracina, nel quartiere di Fuorigrotta. L’impatto è costato la vita al 21enne, Giuseppe Romagnuolo, mentre il secondo conducente è stato trasportato in gravi condizioni all’ospedale del Mare. I soccorsi, giunti immediatamente sul posto non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del giovane.

 

Poi un grave incidente a Pozzuoli nella sera del 26 luglio: una motocicletta si è scontrata contro un’automobile in via Terracciano. Sul mezzo, il comandante dei carabinieri di Bagnoli, Gianluca Galiotta, e la moglie, Antonella Russo; la donna è deceduta dopo poche ore al Santa Maria delle Grazie per una grave emorragia interna.

Un’altra tragedia, venerdì ha gettato nello sconforto la comunità di Melito. Mariano Saggese è morto sulla Circumvallazione esterna di Napoli, tra Arzano e Casavatore, in seguito ad un drammatico incidente. Il motorino guidato dal giovane, si sarebbe scontrato con un’auto. Mariano è deceduto dopo lo scontro. Erano circa le 2 quando il giovane è stato travolto e ucciso.  Tanto il dolore a Melito per la scomparsa del giovane molto conosciuto. Sconcerto nel rione 219 dove Mariano era cresciuto ed abitava.

mariano saggese melito

Incidenti mortali a Caserta e provincia

Giovedì a Villa Literno è morto il 22enne Francesco Fontana. Sembrerebbe che il giovane stava percorrendo in discesa il ponte quando si è scontrato con la sua moto contro un’auto. L’impatto è stato violento, Francesco e la moto sono volati giù dal ponte. Inutili i soccorsi per il giovane centauro.

Pochi giorni prima sempre la comunità di Villa Literno è stata colpita dal dolore della morte di Salvatore Carmellino, deceduto a seguito di un incidente avvenuto a Pinetamare.

Due giovani vite spezzate a Villa Literno, il tragico destino di ...

 

Poi la comunità di Caserta è stata colpita dalla morte di  Roberto Cimino, professore d’arte di 37 anni.  L’incidente avvenuto nella giornata di domenica a San Tammaro, nel Casertano, non ha lasciato scampo all’uomo in sella alla sua Harley Davidson. Roberto, per motivi in corso di accertamento, ha perso il controllo del veicolo finendo la sua corsa contro il guardarail.

Tragico incidente di ritorno dal mare, lacrime a Caserta per Roberto

 

Infine sempre a Caserta le lacrime ed il dolore per la morte di Alfredo Di Maio. Il 26enne è deceduto nella giornata di ieri a seguito di un tragico incidente avvenuto sulla Variante 7 bis, altezza Marigliano. Alfredo di Maio stava andando a lavoro quando, per cause in corso di accertamento, l’auto su cui viaggiava si è scontrata contro un altro. Nonostante il tempestivo intervento dei soccorsi per il giovane ingegnere, Alfredo Di Maio, non c’è stato nulla da fare. Le indagini sono affidate ai carabinieri che stanno ricostruendo la dinamica dei fatti: al momento non risultano coinvolte altre vetture.

alfredo di maio

 

 

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.