Ultras morto prima di Inter Napoli, arriva la confessione di Ciccarelli sugli scontri

Ha ammesso la sua partecipazione agli scontri di Santo Stefano prima di Inter-Napoli, il capo dei Viking della Curva interista Nino Ciccarelli, finito in carcere quattro giorni fa per rissa aggravata e altri reati nell’inchiesta della Procura di Milano. Rispondendo solo ad alcune domande e con dichiarazioni spontanee davanti al Gip Guido Salvini nel carcere di San Vittore a Milano, il capo ultrà ha confermato anche di essere rimasto ferito negli scontri ma non ha voluto parlare di presunti ruoli organizzativi nel blitz.