11.2 C
Napoli
domenica, Febbraio 25, 2024
PUBBLICITÀ

Affetta da diplagia spastica, sfila in passerella per un evento di moda

PUBBLICITÀ

L’esperienza di Paola, una ragazza affetta da diplagia spastica, induce a credere in una bellezza diversa, unica, rispetto a quella derivante dall’ideale collettivo. La giovane 22enne abbatte le barriere e realizza il suo sogno: Essere modella partecipando alla sfilata: “Mia Sposa Fiera” a Caserta. 

La storia di una ragazza che ha creduto nei propri sogni

Paola Chiuccarelli, una giovane ragazza di 22 anni, entra sulla scena del mondo come l’esempio lampante della veridicità dei sogni. Nonostante, infatti, le difficoltà e gli imprevisti che la vita le ha indotto ad affrontare, Paola, non ha mai perso fede e fiducia nei suoi desideri. Al di là della malattia che l’ha colpita, la diplagia plastica, e che la porta ad essere seduta si di una sedia a rotelle, Paola non ha visto limiti in se stessa e ha inseguito la dolce idea di diventare modella. La sua avventura per la rotta dei sogni inizia due anni fa quando con pura intraprendenza la ragazza si è iscritta ad un’agenzia: la 2rcomunicazioni coordinata da Robert Houberche che, sempre, l’ha spronata a non arrendersi e a seguire le sue aspirazioni. Vicina a Paola, sempre la famiglia, pronta a supportarla in ogni suo spostamento.

PUBBLICITÀ

Le parole di Paola

“Mi piacerebbe molto laurearmi; vorrei che tutte le persone, che come me, si trovano a vivere una condizione simile non si abbattano a causa dei vincoli, delle barriere, e dei limiti imposti dalla società e dal mondo in cui viviamo. Le persone disabili non sono da scartare, possono, anzi, mettersi in gioco ogni giorno. Bisogna superare tutti gli ostacoli e le etichette imposte dalla società. Noi affetti da handicap non possiamo uscire da soli o trovare lavoro perché le strutture architettoniche non lo permettono, trovo che tutto questo sia assolutamente discriminatorio e inaccettabile. Tutto ciò che vorrei è una maggiore inclusività, superiamo le apparenze perché noi siamo molto altro”. Queste le parole conclusive di Paola, a cui fanno subito seguito quelle del patron di “Mia Sposa”: Marcello Damiano:

“Sono felice di poter avere Paola al mio fianco nella giornata di sabato. Lei è una vera forza della natura. Dovremmo imparare a guardare tutto da un’altra prospettiva, persone come lei ci insegnano che i limiti esistono veramente soltanto nella nostra testa“. 

 

PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Volano le coltellate nel carcere di Avellino, un detenuto è grave

E' scoppia una rissa a coltellate tra detenuti nel carcere di Bellizzi Irpino. A darne notizia la Segreteria UILPA...

Nella stessa categoria