“La Casa di Carta” diventa realtà, colpo da oltre 2 milioni alla Zecca di Stato

Hanno fatto irruzione nell’edificio della Zecca federale e si sono portati via un bottino da 2,5 milioni di dollari. È successo a Città del Messico e durante l’orario di apertura. Un gruppo di uomini armati ha seminato il panico e reso inoffensive le guardie presenti. Il luogo scelto dai rapinatori ha subito portato la mente a “La Casa di Carta”, la serie tv targata Netflix che sta avendo un successo planetario.

Dalla finzione alla realtà il passo è breve e i delinquenti sono riusciti a impossessarsi di banconote e gioielli (un bottino da 50 milioni di pesos) e a scappare come i protagonisti del telefilm. Nessuno è rimasto ferito, ma le forze dell’ordine ipotizzano la presenza di una talpa nell’edificio. Come ha dichiarato il responsabile della pubblica sicurezza della città, Jesús Orta Martínez, i rapinatori si sono diretti subito nel caveau che contiene il denario e questo era incredibilmente aperto.


Tra i valori sottratti, delle vecchie monete d’oro da 50 pesos coniate per la prima volta nel 1921 per commemorare i primi 100 anni di indipendenza. La sicurezza sarebbe in possesso di immagini di sorveglianza che mostrano il volto dei rapinatori.