La cattura di Marco di Lauro e lo strano silenzio di Roberto Saviano

Grazie al libro Gomorra è diventato uno degli scrittori più affermati. I suoi racconti sulla mala di Secondigliano e Scampia sono stati oggetto anche di trasmissione televisive, come ad esempio la puntata di dell’ottobre del 2017 quando raccontò la vita di Paolo Di Lauro – detto Ciruzzo ‘O Milionario – il boss napoletano alla cui vita Saviano si è ispirato per costruire il personaggio di Don Pietro Savastano di Gomorra e papà di Marco. Ma stranamente, nonostante siano passati quasi 3 giorni dall’arresto del superlatitante, Saviano non ha proferito nessuna parola pubblica. Neanche un tweet, un post, magari per ringraziare quei poliziotti che ieri esultavano sotto la Questura di Napoli assistendo alla vittoria dello Stato. C’entrerà forse il fatto che al Viminale c’è quel ministro, Matteo Salvini, che Saviano accusa di essere impegnato solo sul fronte dell’immigrazione e non su quello della mafia e della camorra