Mare di Licola, Giugliano e Castel Volturno: campionamenti d’emergenza dell’Arpac

Con i controlli del mese di settembre ci si avvia al termine delle attività in mare condotte da Arpac per la stagione balneare in corso. Durante la prima settimana di questo mese sono stati prelevati, con i mezzi nautici di proprietà dell’Agenzia, 220 campioni. In totale sono 2354 i prelievi eseguiti dall’inizio della stagione balneare.

Al di là dei prelievi di routine previsti dal calendario, campionamenti in emergenza sono stati effettuati su richiesta della Guardia Costiera nelle acque antistanti i litorali di Torre Annunziata, Licola, Giugliano, Castelvolturno e Sant’Agnello.

In quest’ultimo caso è stata segnalata, dall’Autorità Marittima, la presenza di una chiazza di idrocarburi, non riscontrata al momento del sopralluogo da parte dei tecnici Arpac, ma avvistata dagli stessi il giorno successivo mista a schiuma: qui i prelievi hanno dato esito sfavorevole alle analisi microbiologiche.

Come di prassi anche in questo mese, contestualmente alle attività di campionamento, è stata alta l’attenzione agli avvistamenti di fenomeni particolari come larghe chiazze di schiuma, colorazione, meduse, rifiuti ed altro.