Mario muore mentre balla al matrimonio della figlia, dramma in Campania
La foto di Mario Leo

La tragedia ha rovinato quello che doveva essere un giorno di festa all’insegna di un lieto evento familiare.  Mario Leo è morto durante il banchetto nuziale che si è tenuto sabato scorso. Il 56enne, originario di San Gregorio Magno, è stato stroncato da un infarto mentre ballava con la figlia-sposa. Purtroppo a nulla sono valsi i tentativi di rianimazione da parte dei soccorritori del 118. Sotto choc i familiari e invitati che erano presenti alla cerimonia.

Per la nostra comunità questo è un giorno triste, che difficilmente dimenticheremo. Il nostro caro concittadino, Mario Leo, ieri sera ci ha lasciati…Lo ha fatto troppo presto e in circostanze che rendono ancora più duro questo arrivederci. Siamo tutti profondamente addolorati e ci stringiamo con sincero affetto a tutti i suoi cari, in particolare alla moglie Margherita e agli amati figli Pina e Gregorio. Porteremo con noi il ricordo di Mario, che non ha mai perso occasione per regalare a tutti coloro che lo hanno conosciuto un sorriso contagioso e un momento di spensierata allegria“, questa la dedica pubblicata sulla pagina Facebook del San Gregorio Magno domenica scorsa.

L’ALTRO DRAMMA AL MATRIMONIO

Lo scorso 7 settembre un parroco stava celebrando il matrimonio di una giovane coppia, quando un malore lo ha stroncato davanti agli sposi. È morto così don Aldo Rosso nella chiesa di piazza San Marco a Vinchio nell’astigiano. Al momento dello scambio degli anelli don Aldo si è sentito male e si è accasciato davanti all’altare, lasciando gli invitati sotto choc.

Don Aldo era parroco dal 1974 ed era un’istituzione nella zona. Tantissimi i messaggi di cordoglio sui social sotto il post di cordoglio del Comune di Vinchio. Quando il 75enne è piombato a terra, un medico, presente tra gli invitati al matrimonio, ha provato a soccorrerlo ma non ha potuto fare nulla per salvarlo. Trasportato all’ospedale Massaia, è morto poche ore dopo, stroncato da un’emorragia cerebrale.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.