18.4 C
Napoli
sabato, Maggio 18, 2024
PUBBLICITÀ

Mazzarri rinnega sè stesso e prova il 433 in allenamento, anche lui si allinea al diktat di Adl

PUBBLICITÀ

Con il ritorno di Walter Mazzarri e l’esonoero di Garcia sembra essersi rasserenato il clima in casa Napoli. Continuano gli allenamenti al centro sportivo mentre il nuovo mister sperimenta il 433 nel test amichevole con la Juve Stabia. Ma sarà questa la scelta giusta per riportare l’entusiasmo nella piazza o il tecnico livornese rischia di incorrere nello stesso problema di Garcia?

L’allenamento contro la Juve Stabia, provato il 433

Ieri il Napoli ha affrontato in 3 brevi partitelle d’allenamento la Juve Stabia. È intervenuto a Radio CRC il presidente dei gialloblù, Andrea Langella, che ha sottolineato, riguardo il Napoli, una certa serenità nel clima e nel “nuovo” allenatore Walter Mazzarri, che nei match si è dispiegato in campo con il rigido 433, tanto amato dal presidente De Laurentiis, e da una buona fetta di tifosi azzurri. Queste le parole di Langella: “Mazzarri ha giocato col 4-3-3, era molto sereno ma concentrato. E’ sempre bello affrontare il Napoli per noi, significa che stiamo crescendo ma ieri c’era un’aria serena. Ho visto anche Osimhen che ha parlato con Mazzarri. De Laurentiis era tranquillo, abbiamo parlato del più e del meno, ma con una serenità incredibile”. 

PUBBLICITÀ

Cosa ci dovremmo aspettare dal ritorno di Mazzarri?

Walter Mazzarri solo qualche settimana fa aveva rilasciato un’intervista in cui spiegava come aveva apprezzato e studiato il lavoro di Spalletti, che con il suo 433 ha portato il Napoli alla vittoria dello scudetto. Il tecnico toscano non aveva nascosto una certa apertura per un ritorno a Napoli che allora sembrava strano e poco probabile. E questa ideologia del tecnico si pone in una soluzione di continuità per chi ha ripudiato il lavoro di Garcia, accusato di aver “snaturato” una macchina perfetta. Mazzarri, però, in carriera ha quasi sempre prediletto la difesa a 3, e anche con un certo orgoglio (ricordiamo quando si assunse la “paternità” del gioco a 3 di Conte nato a detta sua dopo essersi messo a specchio contro il Napoli).

Le ultime avventure del tecnico ci riportano l’ultima stagione di successo al Torino, in cui propose un gioco aggressivo e atletico. Molto peggio poi a Cagliari, ma la costante è sempre stata la difesa a 3 con gli esterni di centrocampo. Il gioco di Mazzarri, almeno sulla carta, è lontano dai principi della rosa del Napoli, e questo potrebbe creare problemi ad alcuni giocatori come Lobotka o Zielinski. Ma sarà il tecnico in grado di reinventarsi e effettuare quasi un miracolo? O il suo sarà solo un compito di riportare serenità nello spogliatoio fino all’arrivo di un sostituto?

Difesa a 3 o a 4? 

E allora Walter a Napoli avrà la possibilità di sperimentare un nuovo sistema di gioco, da lui mai applicato, con il compromesso di far felice una piazza sentimentalmente legata al modulo. Ma questo riadattamento da una parte e un reinventarsi dall’altra avverranno nel contesto di partite difficili come Inter, Real, Juventus e Atalanta. E allora, se le cose dovessero mettersi non nel modo giusto, Mazzarri deve avere la possibilità di giocare come ha sempre fatto senza timore di snaturare la squadra. Il calcio moderno non è fatto di moduli statici e le squadre devono saper interpretare diversi sistemi di gioco in base alla necessità.

Proprio la rosa attuale del Napoli poi, vede interpreti che sicuramente possono essere in grado di muoversi e far bene anche in altri contesti. Natan, Rrahmani, Ostigard, Di Lorenzo, gli stessi Kvaratskhelia e Osimhen potrebbero giovare da un cambiamento del sistema, che non deve far paura. Anche se è più probabile che Mazzarri si attenga ai dettami del 433 e del sistema di Spalletti, sperando che non cada nella trappola di Garcia di essere “obbligati” a seguire determinati schemi, finendo per snaturarsi e perdere l’appoggio di società e piazza.

PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Buone ragioni per comprare un climatizzatore Daikin

Daikin è di certo uno dei brand più affidabili nel settore dei climatizzatori per uso residenziale. Parliamo, infatti, di...

Nella stessa categoria