Mondo del calcio sotto choc per la scomparsa di Franco Acosta, uruguaiano classe 1996, ex giocatore del Villarreal nella Liga, trovato morto a due giorni dalla sua scomparsa. Acosta si trovava nel suo Paese, in Uruguay, e insieme al fratello aveva cercato di attraversare a nuoto un torrente vicino a Canenoles. Il fratello ne aveva denunciato la scomparsa sabato: dopo due giorni di ricerche le autorità locali hanno trovato il suo corpo.

Tragedia nel mondo del calcio, Franco Acosta trovato morto in un torrente

Un dramma che ha sconvolto amici ed ex compagni di squadra: proprio il Villarreal, una delle due squadre in cui Acosta ha giocato in Spagna (l’altra è il Racing Santander), gli ha dedicato un post sui canali social ufficiali. «Siamo profondamente scioccati e tristi per la tua perdita, ti ricorderemo per sempre», le parole del club del sottomarino giallo. Nato il 5 marzo del 1996, Acosta aveva appena compiuto 25 anni: dopo tre stagioni tra Villarreal e Racing, era tornato in patria nell’Atenas, club della Serie B uruguaiana.

La sua storia e il post del Villareal

Franco Acosta non era riuscito a sfondare nel calcio. Nel 2015, dopo l’esordio con il Fenix, ecco l’avventura in Spagna, al Villarreal, che lo “parcheggia” nella squadra B prima di cederlo al Racing Santander (un gol in 8 partite). Da lì il ritorno in patria, poi Boston River, il Plaza Colonia e appunto l’Atenas (seconda serie del calcio uruguaiano). Acosta ha vestito anche la maglia del suo paese, segnando 12 gol in 13 partite con l’U17 e partecipando al Mondiale U20 insieme anche a Nahitan Nández e Gastón Pereiro. La notizia della morte è stata confermata dal Villarreal: “Siamo profondamente scioccati e tristi per la tua scomparsa. Ti ricorderemo per sempre, Franco”, si legge nel post del club spagnolo.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.