Musica, Scampia e vita privata, arriva al cinema il docufilm su Franco Ricciardi: “So semp chille”

Sarà proiettato in anteprima martedì 24 settembre al Cinema delle Palme alle ore 19:00, il docufilm su Franco Ricciardi, “So semp chille” con la regia di Romano Montesarchio. Un viaggio dentro gli oltre 30 anni di carriera artistica di una delle icone pop di Napoli, tra passeggiate per Scampia, concerti, momenti in famiglia e spaccati della vita dell’artista immerso nel calore del suo pubblico e della sua gente che lo supporta quotidianamente come un simbolo di riscatto e rivalsa della periferia napoletana.

Prodotto da Rai Cinema, con Gaetano Di Vaio per Figli del Bronx ed Eduardo Angeloni, la pellicola è stata girata tra interviste è presa diretta, con la partecipazione di artisti, attori e volti della città di Napoli che hanno intrecciato la loro carriera con quella di Franco Ricciardi. Le immagini vanno indietro nel tempo, dal mega concerto al Palapartenope del 1995, fino ai più recenti eventi a Piazza del Gesù e a Piazza Plabiscito a Napoli.

L’evoluzione artistica di una icona che: “Può collegare davvero Napoli con New York” come dice Peppe Lanzetta nel film. Tra gli artisti che compaiono nel docufilm come Luca Zulù dei 99 Posse: “La cosa più politica che c’è è rapportarsi con la realtà, invece di fare chiacchiere e Franco Ricciardi è una delle realtà più importanti che ci sono a Napoli“.

 “L’arte vera è quella trasparente non la puoi mai vedere – spiega Ricciardi nel docufilm – se ce l’hai arriva così senza filtri, io arrivo direttamente alle persone, a quella gente”. Una carriera incredibile culminata con la vittoria di due David di Donatello e un Nastro d’argento, ma sempre con le radici ben piantate nel terreno della sua città.

Faccio fatica a ricordare quando è iniziato tutto questo – racconta Ricciardi – non mi ricordo un inizio, io ho sempre cantato, da quando mi ricordo fino ad oggiHo vissuto e vivo la città di Napoli non come una casa semplicemente, ma proprio come se fosse la mia famiglia”. Il titolo, “So semp chille” trae origine dal brano di Ricciardi contenuto nell’album “Blu”, l’ultimo dei 18 dischi pubblicati in oltre 30 anni d carriera.

La regia di Romano Montesarchio, oltre ai flash back con immagini degli anni ’90 dei primi passi artistici di Ricciardi, è una presa diretta delle giornate della pop star napoletana, tra il centro e la periferia, tra casa della madre e gli amici di sempre. Una narrazione viva e genuina che restituisce l’autenticità di Franco Ricciardi e dello spaccato sociale e artistico che rappresenta.

SCHEDA FILM “SO SEMP CHILLE”

REGIA: Romano Montesarchio

SCENEGGIATURA: Romano Montesarchio

FOTOGRAFIA: Romano Montesarchio e Antimo Campanile

MONTAGGIO: Davide Franco

INTERPRETI: Franco Ricciardi

PRODUZIONE: Bronx Film, AN.TRA. CINE e Rai Cinema

DURATA : 80 min

VIDEO TRAILER: https://vimeo.com/315283420
download: https://we.tl/t-NSZ10Y23Br

Biografia Franco Ricciardi

Franco Ricciardi è un artista amatissimo che grazie al suo innegabile talento è diventato un’icona della musica napoletana, sapendosi sempre rinnovare senza mai dimenticare le proprie origini e l’anima della sua Secondigliano.

In 31 anni di carriera è riuscito a ritagliarsi uno spazio di primordine nella scena musicale partenopea, capace di radunare folle oceaniche ai suoi concerti e di collaborare artisti importanti spesso molto lontani dalle sue sonorità, spinto sempre dalla voglia di esplorare nuovi mondi musicali con la curiosità di conoscere, scoprire e mettersi alla prova, tanto da vincere nel 2014 il David di Donatello per la migliore canzone originale con il brano “‘A Verità”, colonna del film “Song’e Napule” dei Manetti Bros.

Nel 2018 ha vinto il secondo David di Donatello con il brano “Bang Bang” nel film “Ammore e malavita” dei Manetti Bros, con il quale ha vinto anche il Nastro d’argento nel 2018 come miglior colonna sonora. Dal 1982 a oggi sono 23 gli album di Ricciardi fino a “Blu”, l’ultimo lavoro del 2016. E’ stato l’artista principale, con tre brani, della soundtrack della quarta stagione di Gomorra la serie, dopo le apparizioni nelle soundtrack delle precedenti stagioni. Nel 2019 interpreta il suo primo musical teatrale “O’bben e o’mal” con la regia di Donato Eremita e Bruno Lanza.

Il suo brano “Femmena Buciarda” fa parte della colonna sonora del film “Nevia” di Nunzia De Stefano che presentato al Festival del Cinema di Venezia nel 2019.