Napoli. Urla e musica alta nella notte, stop al concerto neomelodico: cantante nei guai

Concerto interrotto a Napoli
Concerto interrotto a Napoli

Concerto neomelodico improvvisato interrotto a Napoli. Gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato, in serata, su disposizione della Centrale Operativa, sono intervenuti in piazza Mercato per diverse segnalazioni di assembramenti, schiamazzi e musica ad alto volume. Secondo quanto denunciato da diversi residenti, era in corso un vero e proprio concerto abusivo.

All’arrivo delle volanti le numerose persone presenti si sono allontanate ed i poliziotti hanno avvicinato ed identificato un uomo. Il cantante che si stava esibendo e tre tecnici musicali che saranno sanzionati per inottemperanza alle misure anti-Covid-19.

Concerto neomelodico “abusivi”: i precedenti

Alle due, sabato notte, gli agenti del Commissariato Pianura sono intervenuti in via Vicinale Sant’Aniello dove era stato segnalato un concerto. Gli agenti, nel piazzale antistante uno stabile da cui proveniva della musica e una voce maschile, hanno visto circa 200 persone assembrate intente ad intonare canzoni. Poco dopo, hanno visto scendere dall’edificio il cantante Tony Colombo, tra la folla, è salito a bordo di un’auto per allontanarsi. A riportare questo particolare è stato il quotidiano Cronache di Napoli.

I poliziotti hanno accertato che l’uomo, un noto cantante neomelodico, si era esibito in forma privata presso l’abitazione di un fan in occasione della comunione di un bambino. Durante l’esibizione, molte persone del quartiere si erano  assiepate all’esterno  per ascoltare la musica.