“Io la pistola ce l’ho d’oro”, poi minaccia Borrelli. Bufera su cantante neomelodico

Dopo la puntata di Realiti neomelodico catanese ex detenuto minaccia il consigliere Borrelli mostrando una pistola e ripetendo più volte il suo nome.

“Dopo la puntata di Realiti su Rai 2 in cui ho denunciato con durezza il fenomeno dei neomelodici che inneggiano alla criminalità organizzata uno dei cantanti che è intervenuto durante la trasmissione ha postato un video di minaccia nei miei confronti, brandendo una pistola dorata e scandendo più volte il mio nome. L’autore dell’intimidazione, Nico Pandetta, è un neomelodico catanese, ex detenuto che ha trascorso quasi 10 anni nelle patrie galere, che non si vergogna dei reati che ha commesso in passato e che anzi omaggia in alcune canzoni uno zio che è recluso in carcere al 41 bis. Questo video conferma, casomai ce ne fosse bisogno, che questi soggetti non raccontano uno spaccato sociale ma sono organici sia nei metodi che nei trascorsi alla criminalità organizzata”. Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.

“L’intimidazione di Pandetta – prosegue Borrelli – non mi fa paura, anzi mi stimola a proseguire con maggiore forza nella denuncia di un fenomeno vergognoso come quello dei neomelodici che inneggiano alla delinquenza. Abbiamo segnalato il video alla Procura della Repubblica, dinanzi ad un’intimidazione di carattere criminale crediamo abbiamo ritenuto doveroso informare la magistratura”.

 

Dopo la puntata di Realiti neomelodico catanese ex detenuto minaccia il consigliere Borrelli mostrando una #pistola. #Verdi: “Le intimidazioni di questi cialtroni non ci fanno paura, continueremo a denunciare la vergogna dei cantanti che inneggiano alla criminalità organizzata.” “Dopo la puntata di Realiti su Rai 2 in cui ho denunciato con durezza il fenomeno dei neomelodici che inneggiano alla criminalità organizzata uno dei cantanti che è intervenuto durante la trasmissione ha postato un video di minaccia nei miei confronti, brandendo una pistola dorata e scandendo più volte il mio nome. L’autore dell’intimidazione, Nico Pandetta, è un neomelodico catanese, ex detenuto che ha trascorso quasi 10 anni nelle patrie galere, che non si vergogna dei reati che ha commesso in passato e che anzi omaggia in alcune canzoni uno zio che è recluso in carcere al 41 bis. Questo video conferma, casomai ce ne fosse bisogno, che questi soggetti non raccontano uno spaccato sociale ma sono organici sia nei metodi che nei trascorsi alla criminalità organizzata”. Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “L’intimidazione di Pandetta – prosegue Borrelli – non mi fa paura, anzi mi stimola a proseguire con maggiore forza nella denuncia di un fenomeno vergognoso come quello dei neomelodici che inneggiano alla delinquenza”.

Publiée par Francesco Emilio Borrelli sur Vendredi 7 juin 2019