“La musica è troppo alta”, scende e uccide titolare del bar nel Napoletano. Feriti genero e figlia

Sabato di follia a Palma Campania. E’ stata la musica ad alto volume a far scattare il raptus dell’83enne che ieri sera è sceso in strada armato, sparando all’impazzata, uccidendo il titolare dello storico bar sotto la sua abitazione. Nella sparatoria sono rimaste ferite altre due persone.

Secondo una prima ricostruzione, l’uomo spazientito dalla musica alta proveniente dal noto chalet è sceso armato ferendo mortalmente Giuseppe di Francesco, titolare del chiosco, poi morto in ospedale, e ferendo il genero e la figlia che in quel momento si trovavano nel locale. L’83enne è stato arrestato dai carabinieri, mentre i 2 feriti restano in prognosi riservata.