28.5 C
Napoli
mercoledì, Maggio 18, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Paradosso Cardarelli, carenza di medici ma nessuno si iscrive al concorso per l’assunzione


Una sola domanda di partecipazione al concorso, ma non ammissibile. Grave carenza di medici al Cardarelli.

Nessun iscritto al concorso come dirigente medico

Non c’è, dunque, nessun iscritto al concorso per 6 posti da dirigente medico nella Medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza indetto dal Cardarelli di Napoli. Il Cardarelli è rinomato per essere il più grande ospedale del meridione, balzato nei giorni scorsi agli onori delle cronache proprio per il pronto soccorso superaffollato. Il flop del concorso – per un incarico a tempo determinato di sei mesi, rinnovabile – lascia quindi il personale del pronto soccorso del Cardarelli a 43 medici. Tuttavia, di questi, almeno 25 avrebbero già firmato la lettera preventiva alle dimissioni.

Ancora difficoltà al Cardarelli

Dopo il grande affollamento dei giorni passati, ora la situazione al Cardarelli è migliorata. Questo anche grazie alla rete di collaborazione con altri ospedali per i ricoveri nei reparti. Infatti, a questi è destinato in media circa il 40% di chi arriva al pronto soccorso. Oggi ci sono 80 persone nel reparto. Mentre nelle ultime 24 ore sono stati trasferiti sei pazienti verso altri ospedali partenopei: tre, con patologie ma anche con il covid, al Loreto Mare; altri due al San Giovanni Bosco e uno al Policlinico di Napoli.

La protesta dei giorni scorsi

Solo pochi giorni fa c’era stata una protesta dei medici del pronto soccorso del Cardarelli di Napoli. Come si legge sul sito di La Repubblica, ben 25 medici protocollano le proprie dimissioni perché “nelle condizioni date non siamo più in grado di svolgere il nostro lavoro e dare una assistenza adeguata e dignitosa ai pazienti”. Queste le parole rilasciate al quotidiano da Pino Visone, delegato aziendale della Cgil medici.

Le parole del sindacato Fp Cgil sulle problematiche del Cardarelli

Queste le parole riportate dal sindacato Fp Cgil, riprese da Repubblica Napoli: “Quanto sta accadendo al Cardarelli non garantisce la sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori e degli stessi pazienti. Allo stesso tempo lede la dignità dei cittadini, in un momento di fragilità, e la dignità degli operatori sanitari. Il Cardarelli rappresenta la cartina di tornasole del fallimento della programmazione regionale ed aziendale dell’emergenza sanitaria che si è acuita nel corso di questi due anni di pandemia da Covid-19, ma è una situazione che accomuna diversi pronto soccorsi dell’area metropolitana di Napoli, come quello di Castellamare, di Pozzuoli, Nola, Frattamaggiore, San Paolo, Ospedale del Mare e Pellegrini”.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

S. Antimo. M5S assente alle urne, Di Matteo: “Pd bugiardo, ho rifiutato anche la candidatura a sindaco”

La vicenda della mancata presentazione della lista del Movimento Cinque Stelle si arricchisce di nuovi retroscena. A svelarli è...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria