“Il tuo sorriso è rimasto qui”, Piscinola in corteo per ricordare Patrizio Falcone

Le immagini del corteo tenutosi ieri a Piscinola per ricordare Patrizio Falcone
Le immagini del corteo tenutosi ieri a Piscinola per ricordare Patrizio Falcone

Un corteo per Patrizio Falcone. I familiari chiedono giustizia per l’uomo ucciso lo scorso maggio a Piscinola in via Nuova Dietro la vigna dopo una banale discussione con un vicino che l’ha colpito mortalmente al petto. Per dar voce al proprio grido, parenti e amici si sono riuniti ieri pomeriggio, alle ore 18, alla metro di Scampia. Da lì sono partiti per poi giungere sul luogo dove si è consumata la tragedia. Una marcia silenziosa per le strade della periferia nord della città per non dimenticare Patrizio, 41enne stimato. Circa 200 le adesioni all’iniziativa organizzata dai familiari e dal N.A.P. (Nucleo Ambientale Partenopeo).

Corteo per Patrizio Falcone a Piscinola, i familiari: “Speriamo in una pena severa”

Forte la fame di giustizia della famiglia che spera in una pena severa. Tra l’enorme mole di persone che hanno partecipato all’iniziativa in favore di Patrizio Falcone, c’erano anche tanti amici e semplici conoscenti. Segno questo, di come l’uomo fosse stimato e ben voluto da tutti nel quartiere. La sorella di Patrizio Falcone, Ida, poco tempo fa ha affidato a un lungo post la sua rabbia chiedendo giustizia per suo fratello che lascia moglie e figli: «A Mauro dava fastidio che i figli di Patrizio durante la giornata stessero in terrazza con la piscina e le sedie a dondolo o per i semplici lavori in casa. Si può morire per mani di un “vicino” tra l’altro di finestra, perché non sopportava le voci o chissà cosa? Sappiamo tutti chi è Patrizio. Un uomo di 42 anni che ha fatto una vita di sacrifici lavorando sulle navi per non far mancare nulla alla propria famiglia. La legge deve fare il suo percorso, che lo faccia per bene perché siamo degli onesti lavoratori e mio fratello non meritava certo questa fine».

La lettera del figlio Francesco

Molto toccante la lettera del figlio Francesco, che vedeva nel padre un vero e proprio punto di riferimento: “Caro papà, ti scrivo per dirti che mi manchi. So che adesso non posso più vederti al mio risveglio, che non potremmo più andare in giro insieme e che non sorriderò più come quando eri qui. Caro papà, volevo dirti che adesso il tuo posto dovrei prenderlo io. E adesso crescere senza di te non sarà più come prima, come lo fanno gli altri, crescere senza te vuol dire sudore, vuol dire guardare un tramonto ed essere vuoti, sentirsi stupidi perché di notte parli da solo, perché speri che qualcuno ti senta… il mio qualcuno sei tu… ma sperare fa troppo male, specialmente quando sono cosciente che ti hanno portato via dalla mia vita. L’assenza del tuo amore nella mia vita mi ha trasformato il cuore in un macigno. Volevo dirti che adesso devo crescere ancora di più, ma volevo vedermi crescere con te. Non riesco ancora ad ammettere tutto ciò, quello che ti ha fatto quel vile, mi porta a dubitare di tutti”.

“Io credo nella giustizia”

“Mamma è stremata cerca di mostrarsi forte ma si chiude in camera a piangere, lei davvero non ce la fa. Sei stato il suo grande amore, e la sua perdita grande. Ormai il suo sorriso non è più lo stesso… ti vedevo ogni giorno distrutto, stanco morto per il lavoro, le tue mani sporche di nero e i vestiti puzzolenti di ferro. Parlavi sempre dei tuoi lavori fatti quando ti imbarcavi per la Cina, per il Messico, Giappone e Brasile, con le tue foto sorridenti ma nonostante la fatica del lavoro e della lontananza da noi tornavi sempre più forte, per noi, senza mai farci mancare nulla. Ma adesso questa persona ha strappato i nostri sorrisi e la tua vita dalla nostra, una scena incancellabilmente dai miei occhi di quella giornata fatale. Mio fratello sta male perché gli manchi tantissimo, non ho mai visto Carmine così spento senza un emozione che traspare solo tristezza. Io credo nella GIUSTIZIA. Tu sei fiero di me per tutto quello che faccio, me l’hai sempre detto di essere fiero che praticavo volontariato con la protezione civile che il mio sogno era diventare un poliziotto e che non ti deludessi con la scuola. Adesso non puoi più dirmelo ma so che ne sei ancora fiero ed io arriverò al mio sogno per te senza arrendermi neanche un giorno. Caro papà… So che questa lettera non puoi leggerla ma sappi che mi manchi tantissimo non so più che fare senza di te… ti amo pa“.

Corteo a Piscinola, il messaggio del nipote di Patrizio Falcone: “Grazie a tutti coloro che hanno partecipato”

Ci ha tenuto a ringraziare tutti i partecipanti al corteo il nipote di Patrizio Falcone, che su Facebook si è lasciato andare ad un sentito messaggio: “Voglio ringraziare le 200 persone che hanno partecipato a questo corteo di giustizia, ogni singola persona, senza mancarne una. All’avvocato Virgilia De Marco, ringrazio Salvatore Avolio per essere stato presente, all’associazione N.A.P (Nucleo Ambientale Partenopeo), Gennaro Tortora (Protezione civile T d b Italia), un grazie soprattutto al consigliere comunale Claudio Cecere, il vicepresidente della VIII Municipalità Salvatore Passaro, il consigliere Mirella Secondufo, l’assessore Peppe Peluso, il consigliere Giuseppe Pistone, della VII Municipalità, il presidente dell’associazione ‘Secondigliano Futura’ Cosimo Mele, il presidente dell’associazione ‘Maria SS. Delle Grazie’ Bruno Romano.

Un ringraziamento soprattutto a te Federico, per tutto quello che hai fatto per noi. Fai parte della nostra famiglia! Tutto questo a nome della mia famiglia, infinitamente grazie per il calore e l’appoggio che ci state dando. Speriamo di non perdervi mai, solo restando uniti si può combattere contro l’ingiustizia“.

Le foto del corteo

“Giustizia per Patrizio”, lo striscione sul luogo della tragedia
Parenti e amici riuniti per il corteo di Patrizio Falcone a Piscinola
“Il tuo sorriso è rimasto qui”
Un’immagine del corteo per Patrizio Falcone a Piscinola
Un’immagine del corteo per Patrizio Falcone a Piscinola
Amici e familiari riuniti per Patrizio Falcone

Queste le immagini di tutti coloro che hanno partecipato al corteo per il 41enne di Piscinola Patrizio Falcone.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook