pensioni calendario poste
Foto di repertorio

Poste Italiane comunica che in provincia di Napoli le pensioni del mese di
aprile verranno accreditate a partire da venerdì 26 marzo per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. I titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution potranno prelevare i contanti dai 255 ATM Postamat disponibili in provincia, senza bisogno di recarsi allo sportello.
In considerazione del perdurare dell’emergenza sanitaria, l’Azienda ricorda l’esigenza di agire con responsabilità nel rispetto delle indicazioni delle autorità.
In tal senso, la volontà di continuare a garantire un servizio essenziale per la vita del nostro Paese, coniugata con la necessità di tutelare la salute di clienti e dipendenti, impone l’adozione di provvedimenti rispondenti alle disposizioni normative attualmente in vigore. Pertanto, coloro che non possono evitare di ritirare la pensione in contanti in un Ufficio Postale, dovranno presentarsi agli sportelli rispettando la turnazione alfabetica prevista dal seguente calendario che potrà variare a seconda del numero di giorni di apertura dell’ufficio postale di riferimento:

I cognomi dalla A alla B venerdì 26 marzo
dalla C alla D sabato mattina 27 marzo
dalla E alla K lunedì 29 marzo
dalla L alla O martedì 30 marzo
dalla P alla R mercoledì 31 marzo
dalla S alla Z giovedì 1° aprile.

Poste Italiane ricorda che i cittadini di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli uffici postali, che riscuotono normalmente la pensione in contanti e che non hanno già delegato altri soggetti al ritiro della pensione, possono chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il loro domicilio, delegando al ritiro i Carabinieri. Poste Italiane comunica inoltre che nei 242 uffici postali della provincia di Napoli è possibile prenotare il proprio turno allo sportello tramite WhatsApp. Richiedere il ticket elettronico con questa modalità è molto semplice: basterà memorizzare sul proprio smartphone il numero 3715003715 e seguire le indicazioni
utili a conseguire la prenotazione del ticket. Per gli uffici abilitati alla prenotazione su WhatsApp, è stata riattivata anche la possibilità di prenotare il proprio turno allo sportello da remoto direttamente da smartphone e tablet utilizzando l’app “Ufficio Postale” oppure da pc collegandosi al sito poste.it, senza la necessità di registrarsi.
Per conoscere gli uffici abilitati alla prenotazione del ticket da remoto e per ulteriori informazioni, è possibile consultare il sito www.poste.it o contattare il numero verde 800 00 33 22.

Reddito di cittadinanza 2021, più soldi e novità: ultime notizie

Novità in arrivo per il reddito di cittadinanza con il decreto Sostegno 2021. Le risorse aumentano di 1 miliardo, in vista dell’incremento della potenziale platea di beneficiari. E cambiano le regole, consentendo a chi accetta un lavoro di poter percepire automaticamente di nuovo il Reddito di cittadinanza, una volta terminato il lavoro, se l’importo complessivo percepito non supera la soglia prevista per l’erogazione. La misura contenuta nel decreto è illustrata nella relazione tecnica che accompagna il provvedimento.

Nel documento, inoltre, si fa riferimento anche al reddito di emergenza: la platea di potenziali beneficiari supera 1,1 milioni di famiglie e comporta un incremento delle risorse destinate alla misura pari a 1,5 miliardi di euro.

In particolare, la quota che già riceve il rem (335.000) aumenterà del 20% (67.000) arrivando a 402.000 potenziali beneficiari. A cui bisogna aggiungere 714.000 possibili nuovi percettori, grazie alla misura che consente di accedere all’assegno anche ai soggetti che hanno terminato tra il primo luglio 2020 e il 28 febbraio 2021 le prestazioni di naspi e discoll. Nel primo caso si stima un importo medio mensile di 550 euro, per un costo di 663,3 milioni; mentre per la seconda fascia di interessati l’importo medio mensile è di 400 euro e la spesa ammonta a 856,8 milioni.

Reddito di cittadinanza, quando arriva il pagamento di marzo 2021

Tra le varie misure è stato rifinanziato il fondo per il reddito di cittadinanza, un incremento dell’autorizzazione di spesa da 1 miliardo di euro. Ma quando arriverà il pagamento? Anche per il mese di marzo per ottenere il reddito di cittadinanza bisogna vedere quando si è presentata la domanda per il bonus. Per chi compila le nuove domande, il versamento del reddito di cittadinanza avviene a partire dal 15 di ogni mese; per chi invece possiede la carta del reddito di cittadinanza, la ricarica viene effettuata il 27 di ogni mese, ma questa volta cade di sabato e la data potrebbe subire delle modifiche. “Per il 2021 c’è la sospensione dell’erogazione del RdC (in luogo della decadenza) nel caso della presenza di uno o più contratti di lavoro a tempo determinato, entro il limite di 10.000 euro, per la durata del contratto di lavoro e non oltre i 6 mesi”.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.