“Ce l’aveva con loro”, l’agente di Matteo Politano racconta la verità

A fare chiarezza sul curioso episodio della finale di Coppa Italia Napoli-Juve è stato l’agente dell’ex interista, Davide Lippi.

Dopo il rigore realizzato in finale di Coppa Italia contro la Juventus, Matteo Politano ha voluto zittire i giocatori della Juventus. Evidente il classico dito davanti alla bocca. Il gesto di Politano è stato immortalato dalle telecamere della RAI e, di conseguenza, non è passato inosservato. L’ex esterno dell’Inter Politano si è poi girato verso il direttore di gara Doveri come a dire. “Ma come hai fatto a non sentirli?”. Evidentemente c’è stato uno scambio di battute dell’azzurro con la panchina della Juventus.

Le dichiarazioni

Davide Lippi, agente di Matteo Politano, è intervenuto a Kiss Kiss Napoli all’indomani della vittoria della Coppa Italia. Ha chiarito i motivi per cui c’è stata l’esultanza polemica di Politano nella partita di ieri dopo il rigore. “Sono contento per Gattuso e la città per questo trionfo. Gattuso e Giuntoli volevano da tempo Politano. E’ un giocatore importante, non è mai facile cambiare squadra a stagione in corso, per questo dico che il vero Politano non l’avete ancora visto, so bene cosa può dare. Vi darà grandi soddisfazioni”. 

La verità sull’esultanza di Matteo Politano

Inevitabile un commento sull’esultanza di Politano dopo il rigore. “Penso ce l’avesse con la panchina della Juventus che ha fatto commenti sul fatto che potesse sbagliare il rigore”.

Buffon ci arriva ma non trattiene, lui festeggia portandosi il classico dito davanti alla bocca. Un gesto, quello di Matteo Politano nel corso della sequenza dei rigori, che non è passato inosservato. A fare chiarezza sul curioso episodio della finale di Coppa Italia Napoli-Juve è stato l’agente dell’ex interista, Davide Lippi. “Penso ce l’avesse con la panchina bianconera che ha fatto commenti sul fatto che potesse sbagliare il penalty – ha detto.

 Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.