29.3 C
Napoli
giovedì, Luglio 7, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Processo Ruby, chiesti sei anni di carcere per Silvio Berlusconi


In totale sono 28 le condanne richieste dal pm nel processo che vede coinvolto l’ex Premier Silvio Berlusconi e le “olgettine”. 

Le accuse a Silvio Berlusconi

La procura di Milano ha chiesto sei anni di detenzione per Silvio Berlusconi nel secondo giorno di di requisitoria al processo Ruby ter. Oltre al premier sono imputati 28 persone tra cui 20 “Olgettine” ex ospiti delle serate di Arcore. Secondo l’accusa le ragazze sarebbero state pagate per testimoniare il falso e mantenere il silenzio. Il Premier Berlusconi è già stato assolto per l’accusa di concussione e prostituzione minorile nel processo che lo vede protagonista insieme con l’allora minorenne Karima El Mahroug (Ruby) ed altre ragazze.

Una villa teatro di feste con ospiti ragazze minorenni e uomini ben più al centro dell’inchiesta. La Procura di Milano ha richiesto 6 anni all’ex Premier e 5 per la giovane ragazza. Dal momento dell’assoluzione infatti si è aperto un fascicolo che ipotizzava la corruzione delle ragazze che continuavano a sostenere la versione delle “cene eleganti“.

La procuratrice aggiunta Tiziana Siciliano ed il pm Luca Gaglio hanno chiesto 28 condanne, tra cui la richiesta di 1 anno e 4 mesi per falsa testimonianza a Maria Rosaria Rossi, senatrice ed ex fedelissima del Cavaliere. Chiesti 6 anni e 6 mesi anche per Luca Risso, per i pm da assolvere resta solo Luca Pedrini. L’accusa ha inoltre richiesto la confisca di 5 milioni di euro a Ruby e 10 milioni per l’ex premier, chiedendo in totale 22 milioni di euro, di cui 2,7 milioni a carico delle ragazze.

La “dipendenza da shopping” di Ruby

Le accuse di corruzione sembrano essere sostenute anche dalla “smania di shopping” di RubyKarima El Mahroug, Ruby, venne pagata dall’ex Premier per testimoniare il falso. Alla ragazza venivano consegnatecentinaia di migliaia di euro che, tramite il suo legale Luca Giuliante, da Berlusconi; lei più di così non poteva spendere, più di così c’era solo buttare i soldi dalla finestra. Soffre in quel periodo di una vera e propria compulsione a spendere“. Karima infatti aveva sviluppato una dipendenza compulsiva dallo shopping: taxi, hotel lussuosi e champagne “con scritte fluorescenti” questa la vita della giovane ragazza dopo lo scandalo.

Gaglio sostiene che: “Karima era inaffidabile e il progetto era non farla testimoniare ed è stata fatta volare via per non farla testimoniare“. Tra dicembre 2012 e gennaio 2013 quando Ruby avrebbe dovuto deporre a processo, il pm racconta che incontrò Maria Rosaria Rossi, ex senatrice e fedelissima del Cavaliere. Il pm continua poi spiegando che da lei: “ricevette i soldi per andare in Messico“, nel paese del centro America Ruby sarebbe dovuta partire insieme con Luca Risso anch’egli imputato. Anche se Risso continua a dichiarare di non aver mai ricevuto soldi ne da Berlusconi ne dall’ex compagna.

Corrette da Berlusconi anche le altre “Olgettine”

Il pm continua poi spiegando che anche alle altre “Olgettine” il Premier Silvio Berlusconi avrebbe consegnato soldi. “A queste ragazze è stato assicurato che sarebbero state a posto sia come reddito, con un mensile da 2.500 euro, che per un tetto, una casa, un alloggio” dichiara. Il pm ha spiegato che da prima della presenza delle ragazze come testimoni in aula, il Premier si fosse già assicurato di “donare” un compenso in denaro. Già dal 2011 infatti “esisteva un accordo corruttivo, volto ad ottenere le false testimonianze di tutte le testimoni dei Ruby 1 e 2“. “Pagate anche per rendere interviste ai media non diverse da quelle in tribunale, vi è stato un accordo per le false testimonianze“.

La difesa controbatte l’accusa sostenendo che i soldi siano stati donati alle ragazze come risarcimento per aver infangato la loro reputazione. L’accusa continua a sostenere la sua tesi ricordando tramite le parole di Gaglio che alcune delle ragazze: “avevano l’aspettativa di ricevere un alloggio in proprietà”. La sentenza non arriverà prima di settembre.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Lo sceicco Al Thani fa sognare i tifosi del Napoli, la storia Instagram sibillina sul mercato

Una storia pubblicata - e poi rimossa - su Instagram dallo sceicco del Qatar Hamad Al Thani ha letteralmente...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria