Rapina sull’Asse Mediano allo svincolo Acerra-Afragola, bottino ritrovato a Giugliano

Asse Mediano, rapinatore in manette
Asse Mediano, rapinatore in manette

Una montagna di lavatrici rubate trovate a Giugliano, zona Lago Patria. Tutte erano frutto di rapina avvenuta nel decorso mese di settembre La polizia stradale ha identificato il proprietario della villa, M. R. 32enne di origine napoletana. Questo non ha saputo fornire alcuna spiegazione in merito alla disponibilità delle 60 lavatrici complessivamente rinvenute. Attraverso gli immediati accertamenti eseguiti sulla merce, si è risaliti alla provenienza degli elettrodomestici che costituivano il provento di una rapina con sequestro di persona verificatasi allo svincolo Acerra/Afragola dell’“Asse Mediano” la sera del 22.09.2020, in danno del conducente di un mezzo commerciale che stava effettuando un trasporto di 198 lavatrici e lavabiancheria del gruppo Whirlpool, destinate al mercato del Regno Unito.

Dai contatti intercorsi con i referenti della ditta e dall’analisi dei documenti relativi al trasporto ed alle caratteristiche dei singoli prodotti, si è avuta conferma che il materiale ritrovato corrispondeva esattamente alla refurtiva della rapina. Nell’ulteriore sviluppo investigativo, tramite il monitoraggio delle pagine web relative alla commercializzazione di elettrodomestici, la Polizia Stradale del Compartimento di Napoli ha individuato un’offerta di lavatrici appartenenti allo stesso lotto trafugato in atto presso un negozio di Afragola, al cui interno venivano rinvenute altre 30 lavabiancheria esposte in vendita.

In tale circostanza, i soggetti presenti nell’esercizio commerciale venivano identificati per G.A. di anni 39 e G.D di anni 33, fratelli originari dell’hinterland napoletano, i quali avevano la gestione dell’attività. Nell’ambito della descritta attività investigativa, la Polizia Stradale ha quindi denunciato in stato di libertà per ricettazione sia il proprietario della villetta che i due gestori dell’esercizio commerciale di Afragola, recuperando una cospicua parte del carico rapinato, pari complessivamente a 90 lavatrici per un valore approssimativo di mercato di circa 45.000 euro che, al termine dei previsti riscontri, sarà restituito alla società individuata quale legittima proprietaria.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.