Le immagini del razzo cinese
Le immagini del razzo cinese

Ci sono “porzioni” di 9 regioni del centro-sud che potrebbero essere interessate dalla caduta di frammenti del razzo spaziale cinese ‘Lunga marcia 5B’: Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna.

Razzo cinese in caduta verso il sud Italia dopo la mezzanotte

L’Asi, che siede al tavolo tecnico, sottolinea che “i sistemi di monitoraggio nazionale stanno ovviamente seguendo l’orbita di caduta ma al momento la finestra temporale è ancora troppo ampia – stimata attorno alle 2.24 del mattino – e quindi bisogna ancora aspettare”. La certezza, l’unica al momento, è che l’ingresso nell’atmosfera si avrà dopo la mezzanotte.

Le indicazioni arrivano dal Comitato Operativo della Protezione Civile convocato dal capo Dipartimento, Fabrizio Curcio. Il consiglio è di stare al chiuso e non in luoghi aperti dal momento che “è poco probabile che i frammenti causino il crollo di edifici”. Il rientro in atmosfera previsto per la notte tra sabato e domenica.

Razzo cinese: l’allerta della Protezione civile

La Regione Campania comunica che per il rischio impatto di frammenti per il rientro incontrollato di un razzo in atmosfera è stata attivata la fase operativa di attenzione della Soru (Sala operativa regionale unificata di protezione civile).
Il rischio impatto è stato stabilito nella fascia oraria dalla mezzanotte di domenica e per le successive sei ore.
Vi ricordo, tuttavia, che è in vigore il coprifuoco dalle ore 22
La fascia a rischio comprende le regioni Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna.

I COMPORTAMENTI DA TENERE

E’ poco probabile che i frammenti causino il crollo di edifici, che sono da considerarsi più sicuri rispetto ai luoghi aperti. Si consiglia, comunque, di stare lontani dalle finestre e porte vetrate.

I frammenti impattando sui tetti degli edifici potrebbero causare danni, perforando i tetti stessi e i solai sottostanti, determinando anche pericolo per le persone. Non disponendo informazioni precise sulla vulnerabilità delle singole strutture, si può affermare che sono sicuri i piani più bassi degli edifici;
E’ poco probabile che i frammenti più piccoli siano visibili da terra prima dell’impatto;
Alcuni frammenti di grandi dimensioni potrebbero sopravvivere all’impatto e contenere idrazina. In linea generale, si consiglia a chiunque avvistasse un frammento di segnalarlo alle autorità competenti, senza toccarlo e mantenendosi a una distanza di almeno 20 metri.

AGGIORNAMENTI

La Protezione Civile sul razzo cinese: “Tre traiettorie interessano 9 regioni”

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.