Bimba di sei mesi rischia di morire in strada in provincia di Napoli, salvata da ‘due angeli’ con la divisa

La preparazione sul primo soccorso, la prontezza nell’agire e nell’effettuare la manovra giusta ha salvato la vita ad una bimba di pochi mesi.
Accortisi che era cianotica, due agenti della polizia municipale sono intervenuti riuscendo
a farle espellere una considerevole quantità di muchi, mediante una manovra salvavita di
disostruzione pediatrica per liberarle le vie aeree.

Una manovra, quella di Heimlich, che non presenta eccessive difficoltà di esecuzione ma
che deve necessariamente essere effettuata da persone preventivamente preparate.
Alle 18:00 di ieri 28 febbraio durante un pattugliamento su via Pomigliano, l’assistente
Anna Visone e l’agente Fabio Luongo notarono all’interno di un’auto in sosta nei pressi
della farmacia che il conducente scuoteva fortemente un neonato che aveva in braccio.

In un primo momento gli agenti sospettarono di trovarsi di fronte ad un anziano che stesse
picchiando un bimbo. Intenzionati a tutelare il minore si sono avvicinati e si sono invece
conto che era una femminuccia, di appena sei mesi e non respirava ed era cianotica.
Senza perdersi d’animo gli agenti hanno preso la piccola dalle braccia del nonno (omettiamo i nomi dei protagonisti della vicenda) e l’assistente Anna Visone le ha praticato la manovra di Heimlich, fino a quando la piccola non ha vomitato tutti i muchi accumulati che le impedivano di respirare.

La manovra effettuata dall’assistente Anna Visone – manovra antisoffocamento,
che solitamente serve per liberare le vie aeree ostruite da corpo estraneo ingerito o inalato
– ha avuto rapida efficacia riportanto alla normalità la sua respirazione e salvarle la vita.

Questa mattina, 29 febbraio, i nonni si sono recati al Comando Vigili per esternare al
Comandante ed ai due Agenti intervenuti le loro congratulazioni e per ringraziarli di aver
restituito loro la bambina sana e salva, nonché sottolineare l’importanza di essere stati in
grado di effettuare la manovra salvavita.

Il comandante della polizia municipale, cap. Pasquale Maione, ha proposto di encomiare
l’assistente Anna Visone e l’agente Fabio Luongo per la brillante operazione messa in atto.

Siamo stati contenti di accogliere stamattina i nonni al Comando P.M. e siamo loro
riconoscenti per i complimenti che ci hanno riservato. Devo a mia volta – afferma il
Comandante Pasquale Maione – rivolgere un plauso ai miei collaboratori ed agli agenti
che hanno portato a buon fine la vicenda di ieri, dimostrando grande competenza. Li ho
proposti al Commissario per un encomio. Spero che questo episodio, come altri, facciano
comprendere il valore della polizia municipale a fianco della cittadinanza tutta”.