23.1 C
Napoli
martedì, Giugno 18, 2024
PUBBLICITÀ

Saviano boccia il maxi-blitz dei carabinieri a Caivano e accusa la Meloni: “Inutile sceneggiata per propaganda”

PUBBLICITÀ

Il giornalista e autore di “Gomorra” Roberto Saviano ha bocciato il maxi-blitz ad alto impatto dei carabinieri tenutosi ieri mattina al Parco Verde di Caivano. Secondo Saviano, infatti, il blitz non è stato altro che “Una pagliacciata, un’inutile sceneggiata messa in atto solo a fini di propaganda”. Un’operazione che era stata commentata a stretto giro anche dalla premier Giorgia Meloni, che l’ha definita solo la prima di tante operazioni di un lungo percorso che il Governo si impegnerà a portare avanti per ripristinare legalità e sicurezza sul territorio.

Saviano: “Blitz inutile, dopo di ciò il nulla”

Saviano, attraverso i propri canali social, ha così commentato il blitz al Parco Verde di Caivano di ieri mattina e preannunciato dagli organi di Governo: “Gli agenti impiegati nel maxi-blitz hanno trovato appartamenti vuoti e sequestrato una quantità di denaro che per una piazza di spaccio sono solo pochi spiccioli. La camorra ha avuto tutto il tempo di mettere al sicuro ciò che non doveva esser trovato. Risultato? Qualche pregiudicato andrà sotto processo, terranno dei blindati in strada per un po’ di tempo fingendo di credere che possano funzionare da deterrente… E poi, come sempre, il nulla. I maxi-blitz, come avvenuto a Caivano, non cambiano il destino di un territorio, non offrono riscatto, sono operazioni fatte per pura propaganda politica”.

PUBBLICITÀ

“Organizzazioni criminali non temono i proclami governativi”

A dimostrazione di quanto i vari proclami governativi e i blitz annunciati non facciano alcun effetto sulle organizzazioni criminali, Saviano menziona l’ultimo episodio di cronaca avvenuto nel Parco Verde proprio la sera prima del blitz: “Nonostante il blitz annunciato, un uomo è stato gambizzato; ecco, questo dà la cifra di quanto le organizzazioni criminali temano i proclami governativi. Dà la cifra di quanto sia vana la militarizzazione di questi territori. La Premier Meloni e il Presidente della Regione Campania De Luca annunciano l’arrivo massiccio di forze dell’ordine: “Bonificheremo Caivano”, ‘Li andremo a prendere casa per casa’. Eppure, quello che con onestà dovrebbero dire è che le operazioni di polizia non sono mai mancate in quei territori. A essere mancato è tutto il resto: tutte le altre, fondamentali, manifestazioni in cui uno Stato degno di essere definito tale, fa sentire la propria presenza”.

Il risultato del maxi-blitz

400 agenti sono stati impegnati nel maxi-blitz di ieri mattina al Parco Verde di Caivano, poco effettivamente ciò che sono riusciti a sequestrare e identificare: 44mila euro in contanti che forse sono una settimana di proventi di spaccio del più grande supermercato all’aperto della droga d’Italia. Denunciati tre contrabbandieri di sigarette, sequestrate a due persone 44mila euro, due bombe carta, 170 cartucce di vario calibro, alcune per fucili d’assalto, 3 armi bianche  (una mazza da baseball, un coltello a serramanico e un arco) 5 bilancini di precisione. E ancora: 408 grammi di hashish, 375 grammi circa di marijuana e circa 28 grammi di cocaina. In un appartamento in disuso, sono stati rinvenuti diverso materiale per il confezionamento per la droga, una pistola finta e numerose munizioni.

Identificate 141 persone, controllati 110 veicoli e sequestrate 10 autovetture, di cui 9 senza assicurazione ed una perché risultata rubata; ritirate 7 patenti di guida e 4 veicoli sono stati sospesi dalla circolazione. Piazze di spaccio che, essendo quindi sull’avviso, si saranno ridotte al minimo per cercare di scampare al blitz.

 

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Racket ai commercianti di Chiaiano, arrivano le condanne bis per il gruppo Romano

Quasi quaranta anni di carcere. Con alcuni significativi sconti di pena. Questa la decisione d’appello per il gruppo di...

Nella stessa categoria