24 C
Napoli
lunedì, Maggio 27, 2024
PUBBLICITÀ

Serie C Girone C: analisi della 36esima giornata. Il Giugliano perde col Monterosi Tuscia ma è nei play off

PUBBLICITÀ

 

Seconda sconfitta consecutiva e sabato pomeriggio da dimenticare. Il Giugliano cade allo stadio “Bonolis” di Teramo contro il Monterosi Tuscia che si aggiudica il match con il punteggio di 3-1. Decidono l’incontro il bomber Eusepi, autore di una doppietta, e il gol di Silipo; ininfluente la rete del solito Salvemini che aveva dimezzato lo svantaggio. I tigrotti, seppur sconfitti, rimangono al 7° posto e centrano per la prima volta nella storia i play off per l’ingresso in serie B, mentre i laziali, ora, continuano a sperare per un posto nei play out.

Il Brindisi vince ancora. La formazione biancazzurra, retrocessa aritmeticamente in Serie D la scorsa settimana, batte il Sorrento per 2-0 e conquista il terzo successo consecutivo in questa stagione. Ottima prestazione offerta dagli uomini di mister Losacco che, apparsi più liberi e sereni, dominano la gara in lungo e in largo fin dalle prime battute. Il cammino del Brindisi proseguirà la prossima settimana a Picerno per poi chiudersi al Fanuzzi contro la Turris. Poi, chiuso il capitolo sportivo, inizierà la partita più importante: la posta in palio, come risaputo, è la salvezza del calcio brindisino.

PUBBLICITÀ

Il Foggia contro il Potenza ritrova la vittoria: tre calci all’emergenza, alla sfortuna e ai cattivi pensieri dopo le due sconfitte con Latina e Casertana. Salines, Gagliano e Antonacci sono i marcatori di una sfida equilibrata fino al primo gol dei satanelli. Poi la follia dell’esperto Schiattarella ha di fatto cancellato le velleità di rimonta della squadra di Marchionni, che ora rischia seriamente di essere risucchiata nei playout. Ritrova invece il decimo posto il Foggia, che beneficia del passo falso del Sorrento a Brindisi.

La Casertana vince 2-1 con il Picerno ed ipoteca il quarto posto. La terz’ultima giornata in programma metteva di fronte le due autentiche sorprese del torneo con i neopromossi falchetti al cospetto della squadra del piccolo centro lucano che per lunghi tratti del cammino ha tenuto testo alle più blasonate formazioni del campionato. Di Curcio e Montalto su rigore le marcature casertane, di Murano il momentaneo pareggio ospite.

Blitz al “Francioni” e tre punti pesanti per la corsa salvezza. La Turris di Leonardo Menichini supera il Latina a domicilio, riscatta il pesante ko rimediato contro l’Avellino nel derby e torna a muovere la classifica. I pontini, invece, falliscono l’aggancio al settimo posto. Cocetta sblocca il risultato, Mazzocco pareggia e Pugliese trova il 2-1 nelle battute finali dell’incontro.

Brutta sconfitta per la Virtus Francavilla, si rialza l’Audace Cerignola dopo la sconfitta esterna contro il Picerno. Il derby pugliese andato in scena allo stadio “Monterisi” è stato vinto dai gialloblu, che restano in corsa per un posto nei playoff; ko pesante invece per i biancazzurri, che ora si trovano lontani sette punti dalla Turris e sei dal Monopoli, senza contare il Monterosi vicino a soli due punti. A livello matematico resta dunque aperto per i playout.

Il Taranto si aggiudica il derby del “Veneziani” superando il Monopoli grazie alla rete da metà campo realizzata dal difensore Riggio al 38’ della ripresa dopo il vantaggio degli ionici realizzato da Orlando (sempre nella ripresa) e il momentaneo pareggio di Borrello su rigore. Una vittoria importante per i ragazzi di Capuano che, approfittando della sconfitta del Picerno, conquistano la quinta posizione in zona play off.

Il derby del “Massimino” tra il Catania e il Messina va alla compagine etnea. I rossazzurri fanno 1-0, capitalizzando il rigore di Samuel Di Carmine, concesso per un presunto fallo di mano, per mettere in cascina tre punti che rimandano alle ultime due giornate il verdetto sulla zona playout. Partita ad alta intensità davanti ad un pubblico delle grandi occasioni, oltre 19mila presenze sugli spalti. Contro Sorrento e Benevento si decide la regular season.

Finisce uno a uno la gara tra Juve Stabia e Crotone, con i rossoblu che portano a casa un punto prezioso. Vincendo domenica prossima staccherebbero il biglietto per i playoff. Primo tempo equilibrato ma la Juve Stabia passa al primo affondo con il difensore Bellich. Poi una sciocchezza di Zanellato mette in grosse difficoltà la squadra di Zauli che rimane in dieci. Secondo tempo di cuore del Crotone che trova il pareggio con Tumminello grazie ad un orrore del portiere avversario. Poi le squadre si accontentano e tirano i remi in barca.

Chiude il programma della 36esima giornata il derby del Partenio. Il ritorno come all’andata, cambia lo stadio ma non il risultato: l’Avellino batte di misura il Benevento e sale da solo al secondo posto. In virtù delle due vittorie negli scontri diretti, la squadra di Michele Pazienza conserva un vantaggio ulteriore sulla compagine di Gaetano Auteri. Nella notte del “Partenio” decide Sgarbi che, entrato al posto di Llano, con un bolide all’83’ batte Paleari.

PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Nozze per Carmine Recano, il comandante di ‘Mare Fuori’ si è sposato ad Acerra

Nozze per Carmine Recano. L'attore, noto per il ruolo del comandante Massimo Esposito in Mare Fuori, ha detto il...

Nella stessa categoria