19.5 C
Napoli
lunedì, Maggio 16, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Smascherata a Napoli un’altra estetista del filler abusivo: “Fino a 2mila euro per le labbra a canotto”


Dopo la tragica storia di Samantha Migliore, morta per delle iniezioni estetiche, Luca Abete smaschera una “professoressa” del filler abusivo. L’inviato di ‘Striscia la notizia‘, noto per le sue indagini ed inchieste spesso volte a smascherare situazioni illecite, ha raccontato il caso di un’estetista e dei suoi servizi “abusivi”.

Il caso di Samantha Migliore 

Pochi giorni dopo la tragica storia, svoltasi nel modenese, di Samantha Migliore, un’altra protagonista della chirurgia estetica non certificata è stata smascherata. Samantha Migliore aveva solo 35 anni e aveva da poco portato a compimento il suo desiderio: sposare il suo amato compagno. Proprio suo marito racconta di come avesse provato a convincere la moglie a non effettuare il trattamento estetico. Purtroppo però la giovane modenese si è sottoposta al trattamento affidandosi alle promesse di una finta professionista che, tramite un iniezione, le ha causato la morte.

La “professoressa” del filler accusata da Luca Abete

Simile la posizione assunta dalla “professoressa” del filler, l’estetista smascherata da Luca Abete. A Napoli l’inviato di ‘Striscia la notizia’ ha avvicinato la donna cercando di scoprire i suoi servizi così come il tariffario. La donna offriva vari sevizi filler: “Ci sono fiale da 1ml, da 1.5 e da 2, ma quelle da 2ml sono giganti: ti vengono le labbra a canotto. Il filler posso farlo anche sul sedere: costa dai 2.000 euro in su, dipende da quanto lo vuoi riempire…“. La donna parla quindi di varie tipologie di iniezioni, possibili su varie parti del viso e del corpo. Le iniezioni da filler nonostante possano sembrare delle semplici “punturine” possono rivelarsi molto dannose.

Le iniezioni infatti dovrebbero sempre essere effettuate da un medico o da chi di dovere, in possesso di una certificazione che ne attesti la competenza. Dal “contenuto” della fiala alle modalità dell’iniezione, la mano di chi compie il ritocco estetico deve essere sapiente per evitare ripercussioni. La donna accusata e smascherata dall’inviato Luca Abete non sembra però d’accordo. Probabilmente infastidita dalle accuse e dalle risposte date da Abete la donna sbotta: “Invece di pensare ai buchi che fanno sulle labbra a Napoli perché non vai a vedere i buchi che ci sono per le strade?

Un paragone inesistente quello tra la sua attività abusiva e rischiosa e quello dei problemi della viabilità urbana. Non pertinente il suo tentativo di sviare le accuse va solo a rafforzare l’aurea d’indifferenza e d’irresponsabilità della donna nei confronti della salute delle sue clienti.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Travolgono una donna e cadono dalla moto, scoppia la rissa alla Sanità

Travolgono una donna e cadono dalla moto, scoppia la rissa alla Sanità.  In due, a bordo di una moto...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria