La Terra continua a tremare, paura in Italia: scossa di terremoto 4.2

terremoto

Un terremoto di magnitudo 4.2 registrato alle 4:50 in Slovenia, vicino al confine con il Friuli Venezia Giulia. Il sisma ha avuto ipocentro a 7 km di profondità ed epicentro nella slovena Plezzo e a 17 km dai comuni di Taipana e Pulfero (Udine). Lo hanno rilevato gli strumenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). La scossa è stata chiaramente avvertita dalla popolazione, anche in Veneto, ma non si hanno al momento segnalazioni di danni a persone o cose.

Potrebbe interessarti anche

Articolo del 10 Luglio 2020

Due nuove scosse di terremoto, di magnitudo 0.8 e 2.1, sono state avvertite questa mattina nella provincia di Avellino. I sismografi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia hanno registrato i due movimenti sismici tra le 7 e le 8 di questa mattina. Le scosse rientrano nello sciame sismico che da diversi giorni, ormai, gli esperti stanno osservando in Irpinia. Una zona che al momento è sotto costante controllo dei sismologi per i suoi – drammatici – precedenti.

La scossa più intensa si è verificata pochi minuti dopo le 7 di questa mattina a un chilometro a ovest di Sant’Angelo dei Lombardi. Proprio in quest’area, da diversi giorni, si registrano scosse più o meno intense. Non c’è al momento alcun timore, né danni a cose o persone, ma i residenti dell’area dell’epicentro iniziano a temere. Le ferite del terremoto del 1980 sono ancora percettibili e in molti hanno intasato i centralini della Protezione Civile per chiedere rassicurazioni.