Vede i carabinieri e si mette 50 euro falsi in bocca, arrestati napoletani sulla Smart

È di due persone arrestate per detenzione e spendita di monete falsificate, porto abusivo di armi e detenzione di stupefacenti per uso non terapeutico”, il bilancio di un’operazione di servizio condotta dai Carabinieri della Stazione di Bisaccia.

I militari sono intervenuti in un esercizio commerciale di Bisaccia perchè il titolare ha segnalato che ignoti clienti gli avevano “rifilato” due banconote false da 100 euro, a fronte di una spesa di circa 150 euro.

La tempestività di intervento ha consentito all’equipaggio della Gazzella di rintracciare e bloccare la Smart (presa a noleggio) con a bordo un uomo e, all’interno di un vicino negozio, il suo complice, entrambi della provincia di Napoli. Quest’ultimo, alla vista dei Carabinieri, con mossa fulminea ha nascosto in bocca una banconota da 50 euro, prontamente recuperata dai Carabinieri, risultata falsa.

L’identificazione e la puntuale interrogazione della Banca Dati faceva emergere a carico dei due napoletani svariati precedenti di polizia.

All’esito delle immediate perquisizioni personali e veicolare, i Carabinieri hanno rinvenuto altre due banconote da 100 euro, abilmente contraffatte e sottoposte a sequestro unitamente ad un coltello a serramanico di 18 centimetri ed una modica quantità di hashish.

Alla luce delle evidenze emerse, per il 41enne ed il 46enne, su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, è scattato l’arresto, convalidato con rito direttissimo nella mattinata di ieri dal Tribunale di Avellino che ha disposto per entrambi la sottoposizione ai domiciliari.

La merce che i due malviventi avevano pagato con le due banconote false è stata restituita.