23 C
Napoli
mercoledì, Maggio 29, 2024
PUBBLICITÀ

Giugliano, uomo dei Mallardo arrestato a Sperlonga

PUBBLICITÀ

Una lunga fuga quella di Biagio Micillo, pregiudicato affiliato dapprima al clan Mallardo di Giugliano e quindi al clan Pianese- D’Alterio di Qualiano. L’uomo, un 55enne di Giugliano, era infatti riuscito a scappare in occasione di ben due blitz dei Carabinieri a partire dal 6 giugno scorso. Da quella data infatti ha preso a darsi alla macchia per sfuggire al blitz degli uomini dell’arma che portò alla cattura di oltre quaranta suoi complici tutti ritenuti, a vario titolo, responsabili di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsioni, traffico e spaccio di stupefacenti. Gli uomini in questione erano inoltre tutti riconducibili al clan Mallardo. Il secondo blitz cui Micillo è sfuggito è avvenuto il 26 giugno scorso questa volta ai danni del clan Pianese-D’Alterio, con cui Micillo, dopo la “disfatta” dei Mallardo, aveva stretto una alleanza. I militari dell’Arma sono riusciti a stanarlo solo la scorsa notte mentre dormiva tranquillamente con la sua famiglia, in una lussuosa villa con giardino e discesa privata a mare sul litorale laziale di Sperlonga.

A seguito dell’arresto dei due latitanti Dell’Aquila Giuseppe (avvenuto nel maggio 2011) e Napolitano Francesco (avvenuto nel mese di luglio), considerati elementi apicali del clan “Mallardo”, Micillo Biagio aveva infatti assunto la direzione del citato gruppo criminale, consolidando i già esistenti rapporti illeciti con i clan “Pianese – D’Alterio” di Qualiano e dei “Casalesi” della provincia di Caserta.
I menzionati provvedimenti restrittivi (eseguiti il 6 e il 26 giugno uu.ss., rispettivamente dal Raggruppamento Operativo Speciale di Roma e dal Gruppo di Castello di Cisterna) hanno delineato gli assetti e le alleanze della criminalità organizzata presente nell’area giuglianese, tracciando le dinamiche esistenti all’interno dei clan attenzionati, definendo le alleanze, le posizioni di vertice e il ruolo degli affiliati e, soprattutto, documentando il rilevante volume di affari illeciti gestiti dai citati sodalizi nelle aree di riferimento, con il conseguente sequestro preventivo di beni mobili e immobili di ingente valore, accumulati illecitamente negli anni.
Il risultato odierno sottolinea l’incessante attività di contrasto alla criminalità organizzata svolta in maniera sinergica nella provincia di Napoli dalle forze di polizia e dall’Autorità giudiziaria, che all’inizio dell’anno ha portato, per quanto attiene all’Arma dei Carabinieri, all’arresto di 91 persone per associazione di tipo mafioso, al rinvenimento di numerose armi appartenenti ai clan delle aree di riferimento ( 127 pistole, 57 fucili e 5.000 cartucce, tra cui 2 fucili d’assalto, 2 pistole mitragliatrici e le 8 pistole semi-automatiche operati il 14 agosto a Scampia) e alla confisca e sequestro di beni mobili e immobili del valore complessivo di 95 milioni di euro, riconducibili alle attività illecite dei gruppi camorristici.
Va sottolineato che l’Arma dei Carabinieri ha ulteriormente potenziato l’attività di controllo del territorio nel capoluogo e in provincia, grazie anche all’invio di 30 unità delle CIO da parte del Comando Generale (che da questo fine settimana arriveranno a 50), garantendo la presenza attiva di un maggior numero di pattuglie nell’arco delle 24 ore, allo scopo di rispondere in maniera più adeguata ed efficace alle richieste di sicurezza della popolazione e al fine di contrastare con maggiore incisività il crescente fenomeno omicidiario, che ha fatto registrare dall’inizio dell’anno 41 vittime. In quest’ambito le forze dell’ordine hanno eseguito nei quartieri di Scampia e Secondigliano, particolari servizi di prevenzione e repressione ad “Alto Impatto” che hanno portato al sequestro di armi e stupefacenti e hanno influito in modo sensibile la presenza stabile e continua su strada con controlli a soggetti ritenuti d’interesse operativo.

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Non solo Conte, ufficiale l’arrivo a Napoli di un altro ex Juventus

Era a lavoro già da giorni per il Napoli ed è in queste ore il protagonista numero uno della...

Nella stessa categoria