Bimba di un anno intossicata da un rogo tossico, finisce in ospedale: arrestato il piromane

A Calvizzano i militari della tenenza di Marano, nell’ambito del servizio finalizzato al contrasto dei reati ambientali nella “terra dei fuochi”, hanno arrestato in flagranza per il reato di combustione illecita di rifiuti Maksymin Taras, nato in Ucraina, residente a Castelvolturno. L’uomo è stato sorpreso mentre incendiava rifiuti speciali e non (sterpaglie, materiale plastico, mobili, rifiuti solidi urbani, ecc., ecc.), sversati su un appezzamento di terreno pari a circa mq 1000 (mille), di proprietà di una donna residente a Calvizzano in viale della Resistenza, attiguo a civili abitazioni. Il fumo causato dal rogo hanno causato l’intossicazione di una bambina di un anno, la quale è stata trasportata presso l’ospedale Santobono di Napoli, dove veniva riscontrata affetta da “lesioni per affezione respiratoria e vomito” e giudicata guaribile in giorni 5 (cinque) e dimessa. L’area è stata sottoposta a sequestro. L’u0mo è agli arresti domiciliari in attesa celebrazione giudizio direttissimo.