Poliziotti pagate ‘a rate’, sicurezza nazionale in ginocchio: scatta la protesta dei sindacati

La condizione in cui versa la Polizia di Stato è allarmante e ad aggiornare della tremenda situazione in cui versa la sicurezza nazionale è Il Segretario Generale Nazionale Franco Picardi: «I Poliziotti del IV Reparto Mobile di Napoli hanno prestato servizio durante l’anno 2016 “in tutta Italia” anche per l’emergenza migrati, ma ad oggi ancora attendono di essere pagati per di più a rate! Assurdo ed impossibile vedere che la sicurezza nazionale, in questi tempi di pericoli inimmaginabili e tremendi, l’abbiano fatta “naufragare consapevolmente!
Migliaia e migliaia di ore di straordinario fatte “obbligatoriamente” con turni assurdi, incredibili, che, per assicurarli ed assicurare la sicurezza della Nazione e dei cittadini, hanno visto “cancellare temporaneamente” le norme del Contratto Nazionale di Lavoro con i riposi soppressi, delicate visite specialistiche prenotate annullate, le ferie saltate anche se di un giorno, nella assoluta e totale violazione dei diritti elementari. Dopo tanto clamore per le tante giornate fatte di 16/18 ore ciascuna, si è arrivati nel 2017 nelle stesse, identiche, tragiche, condizioni e i Poliziotti continuano a lavorare “a rate”, speranzosi che i sacrifici a cui sono stati sottomessi fossero ripagati. Occorre un cambio di passo, non è così che si garantiscono l’Ordine e la Sicurezza Pubblica Nazionale, dato che la Polizia di Stato non è un’Azienda, se non giungerà quanto ancora aspettano i Poliziotti, il Sindacato Polizia Nuova Forza Democratica, inizierà una serie di manifestazioni davanti alle sedi istituzionali a cominciare da quella del IV Reparto Mobile, che è stata messa in ginocchio dai troppi “manager” che l’hanno ridotta in questo pietoso stato.»