Fermato a Villaricca con 5mila euro falsi, arriva la decisione per il 29enne di Giugliano

Ha ottenuto l’obbligo di firma il 29enne Massimo Bonetti, 29 anni, residente a Giugliano, arrestato dai carabinieri con l’accusa di falsificazione di monete e spendita e introduzione nello Stato previo concerto di monete falsificate. Il Gip Farina del tribunale di Napoli Nord, accogliendo la tesi degli avvocati difensori Nunzio e Pasquale Mallardo, ha ritenuto non sussistenti le esigenze cautelari ed ha concesso a Bonetti l’obbligo di firma invece dei domiciliari ai quali era stato sottoposto dopo l’arresto.

L’uomo è stato bloccato sul corso Europa, subito dopo aver ricevuto un pacco rivestito di carta di giornale. All’interno dell’involucro furono rinvenute e sequestrate 99 banconote false da 50 euro, per un totale di 4950. Indagini per identificare chi ha ceduto il pacco.