22.1 C
Napoli
giovedì, Maggio 19, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

LA DENUNCIA DI ALLEANZA NAZIONALE: «RIFIUTI, TECNOLOGIE DA TERZO MONDO»


“L’incapacità e l’inefficienza di Bassolino e del centrosinistra sta costringendo la regione Campania a compiere un salto nel buio o meglio ancora un ritorno nel nauseabondo e antigienico pianeta delle discariche”. Così Francesco D’Ercole, capogruppo regionale di Alleanza Nazionale, nel corso della conferenza stampa, organizzata dal gruppo alleanzino alla regione Campania, in via Ripuaria a Villaricca, proprio davanti l’ingresso dell’area individuata quale nuova discarica. “Siamo perfettamente consapevoli – ha continuato – che alla luce della nuova acutissima fase dell’emergenza rifiuti, con cumuli di spazzatura che continuano ad abbruttire le strade delle nostre città, rendendo irrespirabile l’aria, mettendo a rischio la salute dei cittadini e creando, inoltre, grossi problemi al turismo, non è possibile attendere di risolvere la questione, nell’unica maniera possibile ovvero attraverso la raccolta differenziata, i cdr e la realizzazione dei termovalorizzatori. La Campania è al collasso, occorre far presto e bisogna necessariamente trovare strade alternative. E nell’immediato l’unica alternativa possibile è il ricorso alle discariche”. “Ma ciò che è ancora più grave – ha sostenuto D’Ercole – è che se fosse stato portato a compimento il piano per l’emergenza rifiuti, predisposto dalla Giunta Rastrelli, già nel 1998, ora non ci troveremmo in queste condizioni. Ma il ribaltone di fine ’98, ha impedito che quel piano passasse dalla fase della progettazione a quella della realizzazione. Sicchè, incapaci di andare avanti, grazie al centrosinistra, adesso per risolvere il problema dell’emergenza rifiuti, ci apprestiamo ad una dolorosissima marcia indietro”. “Siamo al commissariamento del commissario”. Ha esordito così, Pietro Diodato, consigliere regionale di An. “Ormai – ha proseguito – regna sovrana la confusione. Il ministro Pecoraro Scanio, ha istituito una cabina di regia, con a capo il generale Jucci, per fare, senza più una lira a disposizione, quello che dal 1994 (decreto Ronchi) avrebbero dovuto fare le amministrazioni locali, Regione in primis, in regime ordinario”. “Fallimento – ha detto ancora – a cui da tempo è pervenuto il commissariato per l’emergenza rifiuti, pur avendo miglia di miliardi a disposizione. Alla fine di tutti questi sprechi, siamo ancora alle discussioni accademiche tra gli esponenti di centrosinistra sui motivi della mancata raccolta differenziata, sulla utilità o meno dei termovalorizzatori, sulle nuove tecnologie a freddo”. “La verità – ha concluso, Diodato – è che di fronte allo sperpero di pubbliche risorse ed alle gravi responsabilità, opportunamente occultate, si ritorna al sistema più semplice ed economico: le discariche, “tecnologia” oggi in voga solo nei paesi africani”.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Napoli. Niente sussidi al reddito a chi non manda i figli a scuola ed ai parcheggiatori abusivi

La revoca delle indennità percepite dai genitori i cui figli risultino inadempienti agli obblighi scolastici è la misura di...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria