«Attentato in Spagna, sono stati i maranesi». Il clan Nuvoletta dietro l’attacco terroristico di Madrid

Nel corso della trasmissione radiofonica ‘FuoriGioco’, andata in onda su Radiouno oggi pomeriggio, lo scrittore Roberto Saviano nel discutere con i conduttori di affari di droga ha fatto una rivelazione clamorosa.


L’autore del best seller ‘Gomorra’, parlando dei collegamenti possibili tra camorra e terrorismo ha svelato che gli attentati in Spagna del marzo del 2004 quando dieci esplosioni colpirono tre stazioni ferroviarie a Madrid, tra cui due ad Atocha, snodo fondamentale per il traffico cittadino, colpendo

convogli carichi di pendolari, due treni regionali e un superveloce e provocando 200 morti e decine di feriti hanno una matrice napoletana.

Secondo Saviano il tritolo utilizzato per gli attentati venne fornito direttamente dal clan Nuvoletta di Poggiovallesana di Marano.

Una fornitura – spiega – per ottenere in cambio l’apertura di un canale iberico privilegiato per l’importanzione di grandi quantitativi di hashish in Italia.


E’ la prima volta che viene avanzata un’ipotesi così clamorosa anche rispetto al fatto che il clan Nuvoletta sui radar dell’antimafia è quasi scomparso anche in seguito ai tanti arresti condanne definitive che hanno colpito la famiglia di Poggiovallesana.