Esce con gli amici a Caserta, 15enne picchiato. La madre: «Avrebbe giocato alla Playstation»

Ha del vergognoso a Caserta, dove un ragazzo di 15 anni è stato aggredito in centro, mentre si trovava in compagnia dei suoi amici per fare due passi. Il gruppetto – riporta Edizione Caserta – sarebbe stato preso di mira con calci e pugni.

I ragazzi sarebbero stati ‘accolti’ all’interno di un bar dal gestore che, per proteggerli, ha anche allontanato gli aggressori. A denunciare l’accaduto è stata la madre di uno dei ragazzi, di 15 anni.

Il post

Buon giorno ieri al centro di Caserta un gruppo di adolescenti di circa 15 anni hanno aggredito senza alcun motivo ma per “gioco” a calci e pugni mio figlio e i suoi amichetti che stavano facendo una semplice passeggiata al Centro. Tutto questo nell’indifferenza generale, il centro era gremito di persone. Sembra che questa “moda” di aggressioni gratuite si stia diffondendo un po’ ovunque. Mio figlio e gli amichetti non conoscono gli aggressori per cui è anche difficile identificarli e non so se al centro di Caserta ci siano telecamere che abbiano potuto riprendere l’accaduto. Avevo io stessa spronato Giuseppe ad uscire anziché stare a casa davanti alla play ma adesso come posso stare tranquilla? Se lo hanno puntati non escludo che possa riaccadere. Un ringraziamento al gestore del Bar che li ha accolti all’interno del locale allontanando gli avventori e facendo chiamare loro i genitori.