Chef italiano trovato morto a New York: è giallo sulle ultime ore di Andrea Zamperoni

È stato trovato morto Andrea Zamperoni, capo chef italiano di Cipriani Dolci, noto ristorante nella stazione newyorchese di Grand Central. Era scomparso da sabato.

Il corpo del 33enne lodigiano è stato rinvenuto al primo piano dell’ostello Kamway Lodge, nel Queens, luogo noto per droga e prostituzione. Alcuni turisti che alloggiavano nella struttura hanno parlato di una lite al primo piano. Sulla salma sarà eseguita l’autopsia.

La autorità, secondo indiscrezioni, non avrebbero ancora stabilito le cause del decesso e sarebbero intenzionate a eseguire un’autopsia ritenendo al morte sospetta. All’ostello la polizia sarebbe stata accolta da una donna nuda che avrebbe gridato, indicando il corpo, “è lì” e avrebbe poi cercato di allontanarsi.

I media riportano che Zamperoni era in terra avvolto in una coperta al primo piano del Kamway Lodge, noto nel giro della droga e della prostituzione. Un luogo che quindi sembra contrastare con le descrizioni offerte di Zamperoni da colleghi e amici, che parlano di un grande lavoratore, un bravo ragazzo molto legato alla famiglia