Bagno nel mare del litorale flegreo inquinato, la piccola Raffaella ricoverata per infezione in ospedale

Bimba di Pozzuoli ricoverata in ospedale per una sospetta infezione dovuta al mare inquinato. Almeno questa la denuncia che è stata fatta da Salvatore, papà della piccola Raffaella,  bimba di appena 13 mesi ricoverata da domenica all’ospedale “Santa Maria delle Grazie” di La Schiana, nel reparto di Pediatria. La storia è stata riportata dal sito Pozzuoli21 

Il papàSalvatore  sul proprio profilo Facebook ha postato la foto di sua figlia con le flebo lanciando un messaggio alle istituzioni.

“Lunedì, io, mia moglie e le mie figlie siamo andati a fare un bagno a Lucrino, in un noto stabilimento balneare. Il tempo di vedere il mare che si sporcava e siamo risaliti per andare via. Raffaella probabilmente ha bevuto un po’ di quell’acqua e martedì ha cominciato a stare male. Febbre alta, vomito, diarrea, inappetenza. Abbiamo provato a farla stare meglio con la Tachipirina ma la temperatura corporea non scendeva. Così, ieri ci siamo decisi a ricoverarla in ospedale. Ci è stato subito detto che si tratta di un’infezione dovuta all’acqua di mare inquinata, attendiamo l’esito dell’esame delle feci per sapere esattamente di quale batterio si tratta. La cosa più incredibile  – prosegue il papà della piccola – è che, scambiando due chiacchiere con qualche dottore ho saputo che tantissime persone si presentano al pronto soccorso con gli stessi sintomi e per lo stesso motivo, ma purtroppo nessuno ne parla. Io mi domando: è mai possibile che nella nostra terra noi dobbiamo avere paura di fare un tuffo?Cosa fanno le istituzioni? A loro mi appello: passatevi una mano sulla coscienza, risolvete il problema, fatelo per tutte quelle famiglie che non hanno la possibilità economica di andare in vacanza fuori Pozzuoli e per tutti quei turisti che vogliono venire a visitare la nostra bellissima città. Quello che sta capitando a mia figlia e che è capitato già ad altri sfortunati cittadini è roba da terzo mondo, ve ne rendete conto?”.

Tanti di commenti di solidarietà ma anche di sostegno per Salvatore. Alcuni hanno raccontato di episodi simili. “La stessa cosa e capitata a noi stiamo ricoverate al Santobono e mia figlia ha un infezione a 13 anni e sta da due giorni malissimo dolori allucinanti nemmeno a mare si puo andare più”. 

“Fin quando continueremo a frequentare lidi che chiedono cifre assurde per farci fare un tuffo nella merda senza far niente per bonificare i nostri mari non cambierà NULLA. Incominciamo a denunciare e lasciare il litorale VUOTO. Ma questo non succederà mai perché noi siamo il popolo del “chi se ne frega”.
“Sarà un caso ma gli stessi sintomi li ha avuti mia suocera da sabato scorso fino e ieri compreso di febbre alta e vomito continuo. Con l’unica differenza che lei non è mai andata al mare. Non le piace. È anche un virus che sta correndo.
Io domenica sono andata a lucrino e appena ho toccato la sabbia si sono formate tante bollicine che bruciavano .. poi sono scomparse da sole”