Sequestro giudiziario questa mattina di un’area Demaniale sul Lungomare Caracciolo da parte della Capitaneria di Porto- Guardia Costiera Sezione Demanio- Ambiente – Polizia Marittima di Napoli. Il tratto ora inaccessibili per i sigilli non sarebbe conforme alle norme. “Noi abbiamo la concessione a mare per ormeggiare e vedere sbarco in zona Rotonda Diaz. Da lì, però, non possiamo controllare le barche perché il punto è scomodo” affermano a InterNapoli.it una delle storiche famiglie di ormeggiatori del posto che operavano dall’area oggi posta a sequestro.

In passato agli stessi concessionari era stata temporaneamente revocata la licenza in più occasioni. “Avevamo anche la concessione dello sbarcatoio Saint Tropez vicino al porticciolo ma nel 2012 ci è stata tolta perché dichiarata pericolante. Da allora, però, è rimasta così”,  l’aggiunta degli ormeggiatori. La Capitaneria di Porto sta proseguendo le indagini mentre sul posto a presidio dell’area è giunta la Polizia Municipale. A effettuare i rilievi sull’area sottoposta a sequestro giudiziario anche i tecnici della società comunale Abc che non avrebbe riscontrato irregolarità per quanto attiene al ciclo delle acque.

 

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.