In Campania la pandemia e il lockdown delle Feste non ha fermato il lavoro dei fuochisti, già pronti a mettere sul mercato, quello nero, il grande botto: la “bomba Covid”, un petardo pericoloso, più di quelli che negli anni lo hanno preceduto (dalla bomba “Pallone di Maradona” a quella “Bin Laden”). Costa dai 20 ai 50 euro e rischia di fare danni seri, addirittura uccidere. In questi ultimi giorni, le forze dell’ordine hanno sequestrato tonnellate di botti illegali.

Botti pericolosi, a Napoli la ‘bomba Covid’: “Può anche uccidere”

L’emergenza Coronavirus continua in tutta Italia. Il Natale è stato atipico, festeggiato con pochi intimi e anche il Capodanno sarà sulla stessa scia. Ma questo non ha frenato l’industria dei botti illegali. Le forze dell’ordine ne hanno sequestrati a tonnellate. Tra i vari fuochi, spiccano il “Pallone di Maradona” e “Bin Laden”. Ma i carabinieri, questa volta hanno anche intercettato un nuovo botto, mai visto prima. Si tratta della “bomba Covid”, un mortaretto studiato proprio per ricordare questo tragico 2020. Si tratta di un petardo pericoloso, più di quelli che negli anni lo hanno preceduto (dalla bomba “Pallone di Maradona” a quella “Bin Laden”). Costa dai 20 ai 50 euro e rischia di fare danni seri, addirittura uccidere.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.