Lasciano il braciere acceso, coppia morta nella notte di Natale: la tragedia in Campania

Tragedia nella notte tra Natale e Santo Stefano a Pontecagnano Faiano, dove una coppia è stata trovata morta all’interno di un’abitazione. Precisamente, le due vittime, sono originarie del Camerun. Si tratta di un uomn, Simon Adjab, 38 anni, che lavorava in un’azienda del posto e di una donna, Suzanne Nicole Nkott, 41 anni, arrivata da poco tempo in Italia.

I due erano in un appartamento lungo la litoranea, nei pressi di un bed and breakfast. Due notti fa, per riscaldarsi, avevano acceso un braciere in cui c’era del carbone ancora ardente. Addormentandosi, però, sono morti intossicati senza neanche accorgersene. A fare la scoperta un conoscente che, dopo aver bussato al campanello dove la coppia alloggiava, ha allertato le forze dell’ordine ed i soccorsi del 118. Questi ultimi, giunti sul posto, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo e della donna. Il medico legale, inviato dalla Procura di Salerno, ha accertato, al termine dell’esame autoptico, che sono stati uccisi dal monossido di carbonio emanato dal braciere.