festa comunione licola neomelodico
Foto di archivio

I carabinieri hanno condotto controlli anti-covid che hanno portato alla scoperta di 38 ospiti per una comunione in casa. I militari scoprivano una band musicale e un buffet. Tra i presenti c’era anche un impossibilitato ad uscire, questa volta non per covid ma per gli arresti domiciliari a cui era sottoposto. Quindi è stato sanzionato dei carabinieri.

BUFFET E NEOMELODICO ALLA COMUNIONE

Un 32enne di Licola decideva di organizzare in casa una festa per celebrare la comunione del figlio. Ad allietare i 38 ospiti, 10 dei quali minorenni, un ricco buffet e l’entourage di un noto cantante neomelodico. I carabinieri della stazione di Licola e Monteruscello e quelli della sezione radiomobile di Pozzuoli intervenivano e sanzionavano i 28 adulti. Infine segnalato il detenuto al tribunale di sorveglianza per richiedere l’aggravamento della misura applicata.

Ordinanza di De Luca su matrimoni, comunioni e battesimi: le regole per i tavoli degli invitati

Venerdì sera Vincenzo De Luca ha firmato la nuova ordinanza riguardante l’organizzazione delle cerimonie in Campania. “Alla stregua dei provvedimenti ad oggi vigenti, negli esercizi di ristorazione risulta consentito accogliere commensali, anche provenienti dalla medesima cerimonia civile o religiosa, con obbligo di assicurare il rispetto delle misure di sicurezza e prevenzione previste per le attività di ristorazione, di cui al protocollo di settore approvato con DPCM 2 marzo 2021 e ss.mm.ii., assicurando che siano evitate forme non consentite di aggregazione tra i commensali dei diversi tavoli ed evitando ogni forma di assembramento, al chiuso o all’aperto”. Come prevede il decreto del governo guidato da Mario Draghi le cerimonie ripartiranno dal 15 giugno.

DE LUCA L’ANNUNCIO SUI MATRIMONI E CERIMONIE

Venerdì pomeriggio Vincenzo De Luca è intervenuto nella consueta diretta Facebook del venerdì pomeriggio. Il presidente della Campania ha fatto il punto sulla campagna vaccinale, che coinvolgerà sempre più le fasce giovani, riaperture delle attività economiche e ripartenza delle cerimonie come il matrimonio e la comunione.

“Ieri abbiamo superato le 72mila vaccinazione in 24 ore. Vogliamo vaccinare Napoli, capoluoghi e isole entro luglio se avremo le dosi necessarie. Ci stiamo preparando a vaccinare i maturandi se ci arrivano entro domenica: le faremo attraverso l’autocertificazione. Abbiamo un problema con i matrimoni: abbiamo fatto accordo con gli operatori alberghieri e approvato un protocollo per la sicurezza. E’ intervenuto il Cts che ha fatto altre prescrizioni e ha fissato un numero delle presenze nelle cerimonie e nell’ambito esterno delle strutture. Da metà giugno partiranno i matrimoni così come previsto dal decreto del Governo”, dichiara De Luca.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.