Giovane trovato sgozzato in casa

Si sarebbe ucciso in casa davanti al padre della fidanzata. Alfonso Fasano, 26enne di Vietri sul Mare, è morto per almeno quattro ferite d’arma da taglio alla gola. Sull’accaduto indagano i carabinieri di Nocera Inferiore. L’episodio, su cui gli investigatori dovranno fare luce, si è verificato nella casa della fidanzata, a Cava de’ Tirreni.  Il ragazzo, intorno alle 7, è stato soccorso nell’abitazione della fidanzata, in località San Giuseppe al Pozzo, ma è deceduto in ambulanza durante il trasporto in ospedale.

L’ipotesi privilegiata dagli investigatori è che si tratti di un suicidio ma sono in corso ulteriori accertamenti da parte dei carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore, agli ordini del tenente colonnello Rosario Di Gangi. La salma del 26enne, per il momento, resta a disposizione dell’autorità giudiziaria che dovrà valutare se disporre o meno l’autopsia.

Secondo quanto risulta da una prima ricostruzione, il giovane aveva deciso di andare a dormire a casa dei genitori della fidanzata dopo una giornata di lavoro nell’agriturismo di famiglia. Al mattino, intorno alle 7, per motivi ancora da chiarire, il giovane avrebbe rivolto a sé la lama ferendosi mortalmente. Il padre della fidanzata, pur accorgendosi di quanto stesse accadendo, non ha potuto evitare che il giovane si ferisse. Un racconto, quest’ultimo, al vaglio delle forze dell’ordine che stanno indagando sull’accaduto.

 

 

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.