Carbonara day
Carbonara day

Il 6 Aprile in tutto il mondo si celebra il Carbonara Day. Piatto simbolo della rinascita, in quanto è nato nel secondo dopo guerra. Un piatto che unisce tutti ma che nel corso della storia ha anche creato tanti dibattiti sulla sua preparazione avendo origini incerte.

Carbonara Day, piatto e numeri pazzeschi 

Il Carbonara Day è la spaghettata social più grande del mondo. Questo evento, infatti, è stato creato cinque anni fa dai pastai di Unione italiana food. Supportato Ipo-International pasta organisation, ha raggiunto oltre un miliardo di persone. E’ diventato appuntamento fisso di molti food influencers, cuochi e media. Ad oggi l’hastag #Carbonara è stato usato, su Instagram, oltre 1,4 milioni di volte: bella da vedere, buona da mangiare. Secondo Riccardo Felicetti, presidente dei Pastai di Unione italiana food: ”Ognuno ha i suoi segreti e l’equazione della Carbonara ideale deriva da gusti personali o abitudini familiari. Ma anche usando solo gli ingredienti classici si può ottenere la Carbonara perfetta per me”.

Un piatto che ‘parla’

Lo chef Luciano Monosilio commenta: ”Ognuno di noi prima di arrivare alla sua ricetta ‘perfetta’ è passato attraverso svariati tentativi spesso anche fallimentari. Le ricette si modificano nel corso del tempo perché cambiano i contesti e cambiano gli ingredienti e la Carbonara è sempre in evoluzione e ne esistono già tante varianti”. Per il suo sapore mette tutti d’accordo. Sulla ricetta e sui vari ingredienti da usare crea un vero e proprio dibattito: pancetta o guanciale, parmigiano o pecorino, tuorlo o uovo intero, uovo cotto o crudo, pasta corta o lunga.

Il web contro le varie versioni di Carbonara 

In Italia la Carbonara è sacra e le versioni originali non vanno rivisitate. Ricordiamo la versione al pomodoro o la carbonara di Tom Cruise, che si è vantato di fare una carbonara superlativa con un soffritto iniziale di cipolla e due spicchi d’aglio. In Francia si è gridato allo scandalo in quanto la mantecano con panna e prezzemolo. Anche lo scorso vincitore della sesta edizione di Masterchef, Valerio Braschi, dopo aver proposto la lasagna in un tubetto di dentifricio ad inizio anno, oggi ha proposto una carbonara tutta sua: un bicchiere d’acqua distillata dal gusto di carbonara ma dalle calorie di un semplice bicchiere di acqua.

 

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.